lunedì, 6 Dicembre, 2021

La Lombardia fonte di mille problemi per Salvini

0

34% dei voti nelle elezioni europee del 2019, 23% negli ultimi sondaggi. Forse si chiama anche Lombardia il crollo dei consensi della Lega. La regione più ricca e sviluppata d’Italia, la culla del Carroccio fondato da Umberto Bossi, è fonte di mille problemi per Matteo Salvini.

 

Il calo di consensi

La Lega è sempre il primo partito italiano tuttavia ha perso una marea di simpatie e consensi nell’ultimo anno. Probabilmente pesano gli “errori” commessi da Salvini (lui stesso lo ha riconosciuto) come l’eccessivo populismo. Così il sovranista Salvini a febbraio, con un repentino dietrofront, ha accettato di entrare nel governo tecnico-politico dell’europeista Draghi. Ha prevalso la linea riformista-moderata di Giorgetti, poi divenuto ministro leghista dello Sviluppo economico.
Il Capitano ha così dato una risposta alla rivolta dei leghisti del Nord, in nome dei ceti produttivi, che chiedevano e chiedono risposte concrete all’emergenza sanitaria ed economica causata dal Covid-19.

 

Gli errori del Carroccio in Lombardia

Ma adesso Salvini deve dare una risposta anche agli errori del Carroccio in Lombardia. La regione amministrata dal governatore Attilio Fontana, un uomo molto vicino a Salvini, è la più martoriata d’Italia: in un anno di pandemia ha accusato 30.000 morti, quasi il 30% di quelli di tutta la penisola.
L’ultimo “inciampo” c’è stato nella distribuzione dei vaccini anti Coronavirus in Lombardia. Fontana ha cambiato i vertici di Area, la società della regione che si occupa delle prenotazioni, per dei gravi disservizi. Il segretario della Lega ha battuto le mani alla decisione: «Se qualcuno ha sbagliato, ha rallentato o non ha capito, paga, viene licenziato e cambia mestiere». Ha cercato di rassicurare i lombardi: «L’obiettivo è correre. Entro la settimana dovrebbe arrivare Poste».
I lombardi sono persone attive, laboriose. Nelle elezioni regionali del 2018 il 30% dei voti è andato alla Lega e Fontana è stato eletto presidente della giunta. Fu la conferma del primato del Carroccio nella ricca Lombardia, ma adesso quel grande consenso potrebbe svanire. La Lombardia rischia di zavorrare Salvini.

 

Rodolfo Ruocco
(Sfogliaroma)

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply