lunedì, 10 Maggio, 2021

Luciano Romanzi (Psi Lazio) ci lascia nel giorno del suo compleanno

0

Luciano Romanzi ci ha lasciato prematuramente, stroncato da questo terribile virus, nello stesso giorno, il 27 aprile, in cui era nato 62 anni fa. Abbiamo perso il migliore di tutti noi. Non sono parole di circostanza. Luciano era una persona veramente speciale. In un mondo in cui troppo spesso prevalgono le divisioni e gli egoismi, si è sempre distinto per l’infinita generosità e per la capacità di aggregare. Non a caso da tanti anni era l’indiscusso Presidente della più vasta delle Comunità montane, quella della Valle dell’Aniene, rappresentando un autentico punto di riferimento per i cittadini del territorio. Luciano era l’amatissimo Sindaco, rieletto più volte, del proprio comune di origine, Licenza, in provincia di Roma. Era il segretario regionale Psi del Lazio, era, quindi, la guida di tutti noi socialisti di questa regione. Sempre pronto a prodigarsi a favore di tutti, ha ricoperto incarichi davvero importanti, tra cui quelli di consigliere regionale e di assessore provinciale di Roma. Tra noi si era creato da molti anni un sodalizio affettuoso e inscindibile perché Luciano era persona di assoluta serietà ed affidabilità, un compagno vero e un caro amico, sempre fedele all’idea socialista democratica e al partito. Era uno dei pochissimi su cui poter contare sempre ed era capace anche di fare significativi passi indietro nell’interesse delle istituzioni e del partito. Ci ritornano in mente le tante belle giornate passate insieme, specie quelle trascorse nella sua Licenza. Luciano aveva il dono della concretezza, basata sulla grande conoscenza dei problemi del territorio. Luciano era una persona speciale, come uomo, come politico e come amministratore locale. Un rappresentante del popolo a tutto tondo, coerente, umano, rispettoso, sempre vicino alle istanze dei cittadini e del territorio, umile e mai arrogante, mai una parola fuori posto, con grande senso del dovere e con spiccate doti di bontà e altruismo. Un esempio per le nuove generazioni che vogliano affacciarsi alla politica.
A Maria, Fabrizia, Giampaolo e ai famigliari tutti un grande affettuoso abbraccio.
Ciao Luciano, grazie davvero di tutto. Non ti dimenticheremo mai.

Gian Franco Schietroma

Condividi.

Leave A Reply