domenica, 24 Ottobre, 2021

Mani ignote contro ‘Sfoglia Roma’

0

È stato come un colpo di fucile che oscura la vista. Domenica 22 novembre ‘Sfoglia Roma’ improvvisamente non esisteva più. Siamo andati su Internet per leggere il nostro giornale digitale e non esisteva più. Più esattamente: al suo posto c’era una lugubre lavagna nera con una altrettanto lugubre e misteriosa dicitura: 404, un numero seguito da strani segni somiglianti a ideogrammi.
Certo non è stata esattamente una sorpresa. Pochi giorni prima il nostro sito era già stato colpito: per una giornata non abbiamo più potuto lavorare perché la bacheca dei comandi, la piattaforma editoriale per impaginare gli articoli, era stata bloccata. Non potevano più accedere.
«Probabilmente è un malware. Ora me ne occupo». Un nostro amico informatico, esperto di editoria digitale, fatta la diagnosi riuscì a ripristinare la funzionalità della piattaforma ma durò appena pochi giorni.
Ma il “malware”, il virus informatico, continuava a infettare il sito. L’hacker era sempre in agguato. Domenica 22 novembre, come detto, arrivò il nuovo attacco: sparì addirittura il giornale, nessun articolo era più leggibile. Ci hanno telefonato alcuni amici e lettori: «Cos’è successo? Chi è stato? Quanto durerà?». A queste domande, che noi stessi ci ponevamo e ci poniamo, abbiamo dato risposte appese al buio: «Stiamo cercando di riparare il danno…Probabilmente è stato un hacker, un pirata informatico… I motivi dell’attacco sono ignoti. Potrebbero esserci motivazioni economiche, politiche, perfino di dissennato passatempo. Non lo sappiamo!».
La certezza è una sola: mani ignote hanno cancellato ‘Sfoglia Roma’ causandoci un danno enorme! Per tutti i giornali non c’è danno maggiore di perdere la continuità di pubblicazione: il lettore quando non trova più il sito perde la voglia e l’interesse a cercare in futuro quella pubblicazione. Nell’edicola digitare sei stato cancellato, punto!
Per ‘Sfoglia Roma’ il guaio è ancora peggiore perché è un piccolo giornale artigianale, è confezionato da pochi amici con un lavoro volontario.
L’obiettivo, che ci affascina, è di fornire notizie e, soprattutto, chiavi di lettura sulla confusa e travagliata società nella quale viviamo. Una società oggi ancora più in crisi e ingiusta per mano del Coronavirus. Lavoriamo gratuitamente a scrivere, correggere, impaginare e mandare in Rete degli articoli appassionati, originali, liberi da condizionamenti su tutti gli argomenti: politica, esteri, economia, società, cronaca, cultura, musica, archeologia. È stato un incredibile successo giornalistico ed editoriale: ‘Sfoglia Roma’ dal 2017, anno della fondazione, ha totalizzato oltre 600.000 pagine lette da più di 330.000 lettori unici. Abbiamo lettori in gran parte dei paesi del mondo: Italia, Europa, Medio Oriente, Estremo Oriente, Australia, Africa settenttrionale, America del nord e del sud. Forse a qualcuno dà fastidio, sicuramente dà fastidio alle mani ignote dei pirati informatici operanti nel buio di Internet.

Rodolfo Ruocco

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply