domenica, 28 Novembre, 2021

Maraio: “Superare personalismi”. FestAvanti 11 e 12 dicembre

0

“I risultati positivi ottenuti dal Centrosinistra e dalle liste socialiste hanno consentito al PSI di confermare tanti amministratori e di rientrare in molti consigli e giunte comunali, a cominciare dallo straordinario successo di Cosenza dove eleggiamo un sindaco socialista. Il risultato elettorale evidenzia tuttavia elementi di instabilità che suscitano preoccupazione. L’allontanamento dal voto di molti cittadini segnala uno stato di disaffezione e distacco dalle istituzioni che può sfociare in episodi di ribellismo incontrollato. Del resto le forze sovraniste e populiste, fortemente legate alla destra reazionaria europea, mantengono nel nostro Paese un solido radicamento”.
È l’analisi del voto amministrativo che Enzo Maraio, segretario del Psi, ha esposto alla segreteria nazionale convocata oggi a Roma.
“Tutto questo richiede alle forze della sinistra riformatrice ed europeista uno sforzo di aggregazione per costruire, con il PD ma in un contesto di leale collaborazione-competizione, uno schieramento largamente rappresentativo e vincente. È quanto avvenuto in queste elezioni al primo turno a Napoli e Bologna, e al secondo in quasi tutta Italia. A questo comune impegno il PSI ha partecipato con convinzione, rivendicando un ruolo da protagonista, come avvenuto a Cosenza e in altre città. Servono coalizioni ampie e il superamento di sterili contrapposizioni – ha proseguito Maraio – inutili personalismi e veti reciproci. In questo quadro va perseguita la ricomposizione delle forze riformiste, liberali, radicali, laiche, ecologiste, cementate da un europeismo rigoroso ma propositivo e non acritico e da un sostegno altrettanto determinato al Governo Draghi. Occorre partire non da sterili sommatorie di sigle o di singole personalità, ma da comuni battaglie largamente maggioritarie nella società, a partire da quelle referendarie già in atto, quelle per la tutela del lavoro, della scuola e della sanità pubblica, fino all’impegno per il superamento delle crescenti diseguaglianze e per la tutela delle fasce deboli della nostra società. Su questi temi e queste iniziative il PSI esprimerà nei prossimi mesi il suo massimo impegno e chiamerà alla mobilitazione tutti i suoi iscritti e militanti, a partire dalla festa nazionale per i 125 anni dell’Avanti che celebreremo a Roma il 11 e 12 dicembre”

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply