venerdì, 16 Aprile, 2021

Marò, Corte Suprema:
Proroga per Latorre

0

Maro15 luglio. Questa la data sino alla quale il fuciliere di Marina, Massimiliano Latorre potrà restare in Italia. Tre mesi in più rispetto alla scadenza – prevista il 12 aprile – per consentire al militare pugliese di riprendersi dall’intervento al cuore subito a gennaio scorso. La decisione è stata assunta da tre giudici della dalla Corte Suprema indiana, senza entrare nel merito delle condizioni attuali di salute di Latorre. Durante il dibattito è stato disposta anche la fissazione – entro fine aprile – di un’udienza per esaminare il ricorso italiano in cui viene chiesto che a seguire il caso non sia l’antiterrorismo, ossia la National Investigation Agency (Nia).

SEGNALI POSITIVI – La proroga della convalescenza rappresenta un segnale positivo per le trattative ufficiose in corso al fine di trovare una soluzione politica concordata tra Roma e New Delhi. La Corte Suprema ha inoltre auspicato che il processo contro i due maro’ inizi il prima possibile (insieme a Latorre è sotto processo anche Salvatore Girone – che si trova in India – accusati di aver ucciso, il 15 febbraio 2012, due pescatori indiani scambiati per pirati mentre si trovavano a bordo della petroliera “Enrica Lexie”, a largo delle coste dello Stato del Kerala, ndr).

LA FIDANZATA DI LATORRE: PROROGA É SOLLIEVO – La compagna di Latorre, Paola Moscetti ha definito la proroga “un sollievo che sicuramente consente a Massimiliano di proseguire le cure in un ambiente più salubre quale può essere quello domestico. Questo almeno dal punto di vista fisico. Da quello psicologico sicuramente è un sollievo temporaneo”.

IL RECENTE VOTO DI STRASBURGO – Sul fronte europeo, è di tre mesi fa la votazione – ad ampia maggioranza – della risoluzione del Parlamento europeo che ha incoraggiato l’Alto Rappresentante per gli Affari Esteri, Federica Mogherini a intraprendere ogni azione necessaria per proteggere i due fucilieri, definendo la questione di rilevanza europea.

Siria Garneri

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply