lunedì, 2 Agosto, 2021

QUESTIONE DI BUON SENSO

0

Governo ancora scosso dalle forti tensioni interne. Continua l’affondo di Italia Viva che con una intervista del ministro Bellanova sul Messaggero di sabato mattina ha detto che per lei è Inutile “che mi convochiate se il piano relativo al Recovery Plan non arriverà 24 ore prima del Cdm”. E il leader di Italia Viva, dal suo profilo account, incalza: “Questi non hanno ancora scritto il testo del Recovery Plan. Ma che cosa stiamo aspettando?”. I 5Stelle con Crimi parlano di “atteggiamenti irresponsabili” che mettono a rischio tutto il lavoro fatto fino a questo momento. Il Partito Democratico invita ad evitare “crisi al buio” e invoca “un vero patto di legislatura che rilanci l’azione di governo”.

“Non siamo mai stati e non saremo noi a bloccarlo – ha detto ancora il ministro Bellanova nell’intervista -. Finché ci sarà lo spazio per migliorarlo lo faremo – ha aggiunto -. Ma se il Piano puntuale non dovesse arrivare  almeno 24 ore prima del Cdm, allora evitassero di convocarmi”.

Dal segretario del Psi Enzo Maraio arriva un messaggio per fa prevalere il buonsenso: “Per l’Italia – ha sottolineato Maraio intervenendo al seminario ‘Rifare l’Italia’ organizzato dalla Rivista Mondoperaio e dalla Fondazione Socialismo – prendere 37 miliardi del Mes, a cui si aggiungono i fondi destinati alla sanità del Recovery Plan, darebbe l’opportunità di modificare e dare respiro al sistema sanitario pubblico. Bisogna riorganizzare la medicina territoriale, andando verso la costituzione di equipe multidisciplinari in grado di decongestionare i pronto soccorso degli ospedali, e recuperare la carenza atavica del personale medico e infermieristico attraverso un grande piano di assunzioni per dare anche risposte immediate al precariato. Dire “no” a quei soldi non è solo insensato ma dannoso”.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply