domenica, 26 Settembre, 2021

Mps, Nencini: “Progetto Unicredit peggio di una bestemmia”

0

Una nota ufficiale Unicredit ha rotto gli indugi e annunciato l’avvio di colloqui con il Mef per la privatizzazione del Monte dei Paschi di Siena. Unicredit ha rilanciato la possibilità di acquisizione, subordinandola a richieste ben precise. Una accelerazione che non lascia indifferente la politica. Anzi, irrompe nella campagna elettorale per il seggio di Siena alle suppletive per la Camera.

 

NENCINI, PROGETTO UNICREDIT PEGGIO DI UNA BESTEMMIA

Durissimo il commento del senatore socialista Riccardo Nencini: “Che la banca più antica del mondo scompaia con UniCredit che ne acquista solo la rete commerciale è peggio di una bestemmia. Non può trattarsi soltanto di una operazione meramente tecnica.
Servono perlomeno due cose: coinvolgimento del territorio in ogni sua parte e in ogni fase e un progetto che tuteli gli aspetti occupazionali ed ogni potenziale ricaduta sull’economia del territorio. Da qui si parte e non possono esserci alternative credibili”. Così in una nota il senatore del Psi, Riccardo Nencini.

 

 

Il Pd chiede una discussione in Parlamento: “Auspichiamo che il ministro Franco venga a riferire alle commissioni competenti di Camera e Senato in ordine a eventuali operazioni riguardanti Mps, come tra l’altro previsto dall’art 1, comma 243, della Legge di Bilancio per il 2021. E’ indispensabile che il Parlamento venga coinvolto nelle sue sedi opportune”, dicono in una nota congiunta le presidenti dei gruppi Pd di Camera e Senato, Debora Serracchiani e Simona Malpezzi. “Riteniamo indispensabile che il governo – azionista di maggioranza di Mps – discuta in Parlamento le ragioni dell’operazione e le prospettive della banca e avvii immediatamente un confronto con le organizzazioni sindacali e le istituzioni territoriali interessate”, spiegano Antonio Misiani, responsabile Economia della segreteria Pd, e Simona Bonafè, segreteria del Pd Toscana

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply