mercoledì, 12 Maggio, 2021

Navalny, non si placano le proteste. Oltre 1400 arresti

0

Sono 1.408 gli arresti eseguiti in 10 città della Russia in risposta alle proteste scoppiate in tutto il paese in seguito dell’arresto e della condanna di Navalny con un verdetto che lo condanna due anni e 8 mesi di carcere. A Mosca, la polizia in tenuta antisommossa è stata filmata mentre picchiava i manifestanti con i manganelli. Forte Indignazione è arrivata delle cancellerie occidentali. “La decisione di Alexey Navalny di tornare in Russia dopo essere stato avvelenato è stata un atto di coraggio e altruismo. Al contrario la condanna di oggi è pura codardia e non rispetta i più basilari standard di giustizia. Navalny deve essere rilasciato immediatamente” scrive su twitter il premier del Regno Unito, Boris Johnson.

“Nell’Ue abbiamo già a ottobre, a causa dell’avvelenamento, deciso delle sanzioni” e “altre sanzioni non sono escluse”, ha detto il portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert, rispondendo a una domanda su possibili sanzioni alla Russia dopo la sentenza su Navalny.

Navalny è stato arrestato il 17 gennaio al ritorno dalla Germania, dove ha trascorso cinque mesi per riprendersi da un avvelenamento da agente nervino di cui incolpa il Cremlino. Le autorità russe negano l’accusa e sostengono, nonostante i test di diversi laboratori europei europei, di non avere alcuna prova che sia stato avvelenato. Condanna per quanto accaduto è arrivata anche dall’Unione europea che considera la inaccettabile la sentenza delle autorità russe “poiché ha una motivazione politica ed è in contrasto con gli obblighi internazionali in materia di diritti umani della Russia”. Così l’Alto rappresentante dell’Ue, Josep Borrell, a nome dell’Unione europea. “L’Ue ribadisce la sua richiesta per il rilascio immediato e incondizionato di Navalny” e dei manifestanti. L’Ue tornerà sulla questione “al prossimo Consiglio Affari esteri per discutere le implicazioni e le possibili ulteriori azioni”. Borrell domani e venerdì sarà a Mosca, su invito del ministro degli Esteri, Serghey Lavrov.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply