domenica, 13 Giugno, 2021

Next, un nuovo rapporto tra cultura tecnica e società

0

Giovedì 13 maggio la conferenza stampa di presentazione della 65° edizione del
Congresso degli Ingegneri Italiani e del numero speciale de L’Ingegnere Italiano
dedicati al ruolo degli ingegneri nell’ambito del Next Generation EU.
Il Next Generation EU è lo strumento dell’Unione europea per la ripresa. Ciascuno
Stato membro ha il compito di predisporre un Piano Nazionale per la Ripresa e la
Resilienza per definire un pacchetto coerente di riforme e investimenti pubblici per il
periodo 2021-2026. Esso rappresenta per l’Italia un’occasione unica per indirizzare la
spesa verso una crescita intelligente, sostenibile ed innovativa. Inoltre, rappresenta
una grande opportunità per gli ingegneri e per tutti i professionisti dell’area tecnica
che possono diventare gli interpreti della transizione verde e digitale del Paese.
Le chiavi di successo del piano sono: capacità di progettazione e realizzazione da un
lato, consenso e mobilitazione della società civile dall’altro. Sono entrambi aspetti in
cui gli ingegneri italiani possono giocare un ruolo decisivo. Essi ne sono
perfettamente consapevoli e sono pronti a raccogliere la sfida.
Per questo motivo il 65° Congresso degli Ordini degli Ingegneri d’Italia, in
programma a Parma e dal titolo “Next. Ri-costruire un nuovo rapporto tra cultura
tecnica e società”, sarà in larga parte dedicato al tema centrale del Recovery Plan,
decisivo per il futuro del nostro Paese. Con l’occasione il Consiglio Nazionale
Ingegneri ha deciso di dedicare allo stesso argomento un numero monografico del
suo periodico L’Ingegnere Italiano, la cui cura è stata affidata a Valdo Spini e che si è
avvalso, tra gli altri, dei contributi dei Ministri Renato Brunetta, Roberto Speranza,
Patrizio Bianchi e Mara Carfagna.
Al fine di illustrare i contenuti del prossimo 65° Congresso e del numero speciale de
L’Ingegnere Italiano, il CNI ha indetto una conferenza stampa, in modalità webinar,
che si terrà giovedì a partire dalle ore 11,30.

 

Alla conferenza stampa interverranno: Armando Zambrano (Presidente CN), Gianni
Massa (Vice Presidente Vicario CNI), Susanna Dondi (Presidente Ordine di Parma),
Valdo Spini (Presidente Associazone delle Istituzioni di Cultura Italiane) e Giovanni
Cardinale (Vice Presidente CNI).
I giornalisti interessati a partecipare e ad interloquire con i relatori sono invitati ad
accreditarsi inviando una richiesta all’indirizzo comunicazione@fondazionecni.it,
specificando la propria mail.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply