sabato, 16 Ottobre, 2021

Nuovo progetto per Luigi Grechi De Gregori, fratello del “Principe”

0

E’ disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download “Sinarra”, il nuovo album dello storico cantautore Luigi Grechi De Gregori (nato a Padova nel 1944). È possibile acquistare il disco anche in formato fisico esclusivamente su eBay, in edizione limitata, al seguente link: https://bit.ly/SinarraCD. L’album, prodotto da Paolo Giovenchi, contiene l’inedito “Bastava un fiore” e alcuni brani del precedente progetto “Una canzone al mese” (2018).
Nuovi suoni, nuovi strumenti e nuove voci
Le canzoni pubblicate in precedenza sul sito web del musicista sono state poi rimixate e rimasterizzate oltre che arricchite e impreziosite da nuovi suoni, parti, voci e strumenti, in grado di restituire nel miglior modo possibile l’immaginario musicale di Luigi , e da oggi sono disponibili unicamente in questa raccolta.
“Tra i dischi che ho fatto è quello che più mi rappresenta”
«Ho cominciato quasi per scherzo insieme a Paolo Giovenchi e ci siamo ritrovati in mano un disco che è senz’altro il migliore che io abbia mai fatto – racconta Luigi Grechi De Gregori –. È quello, nel bene e nel male, che più mi rappresenta, col mio amore per la musica acustica e per gli arrangiamenti minimali ma con un suono moderno e convincente…». Questa la track-list dell’album: “Un tipo strano”, “Si Narra (Distopica odissea)”, “Barry”, “Rock della Crostata”, “Sangue e carbone”, “Tangos e Mangos” e “Bastava un fiore”.
Tutto nacque al mitico Folkstudio di Roma
Luigi Grechi De Gregori, che all’Università ha studiato letteratura inglese, nasce artisticamente alla fine degli anni sessanta al Folkstudio di Roma, il mitico locale di Trastevere, che rappresentò in quel periodo l’approdo di tutta una generazione musicale d’avanguardia (vi si esibirono, tra gli altri, la cantante Odetta, nota per il suo impegno a favore dei diritti degli afroamericani, e un giovanissimo e ancora semisconosciuto Bob Dylan). Del tutto disinteressato alle mode musicali del momento e irresistibilmente attratto più dalla musica dal vivo più che dalle sale di registrazione, Luigi pubblica dopo qualche anno il suo primo album “Accusato di libertà” (1975).
Il meritatissimo e strepitoso successo de “Il Bandito e il Campione”
Negli anni Novanta scrive la bellissima “Il Bandito e il Campione”, brano portato al successo dal più celebre fratello minore Francesco De Gregori (Grechi, per chi non lo sapesse, è il cognome della madre Rita, già insegnante di lettere, che Luigi adottò in un primo momento proprio per distinguersi da Francesco), grazie al quale il cantautore si aggiudica a Sanremo la Targa Tenco nel 1993 come miglior canzone dell’anno. Sull’onda di questo ottimo risultato seguono gli album “Girardengo e altre storie”, “Cosivalavita”, “Pastore di Nuvole” e infine “Angeli e Fantasmi”. Ha pubblicato nel 2015 una compilation delle sue canzoni, “Tutto quel che ho 2003-2013”. Nel 2017 ha tradotto “La ballata di Woody Guthrie”, una graphic novel di Nick Hayes dedicata alla vita del mitico folksinger americano, un autentico idolo anche per il giovane Dylan che andò a trovarlo in ospedale a New York.
Parte il progetto “Una canzone al mese”
L’anno seguente Luigi dà vita al progetto “Una canzone al mese”, che prevedeva la pubblicazione di un inedito, il 21 di ogni mese, sul suo sito web www.luigigrechi.it e sul suo canale Youtube. Alcuni di questi brani, rimossi dal sito e rivisitati, ora fanno parte del suo ultimo lavoro “Sinarra”.
Per chi volesse ascoltare o riascoltare “Il Bandito e il Campione”:

 

Andrea Malavolti

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply