martedì, 3 Agosto, 2021

Piano City Milano, le note dei pianoforti per tutta la città

0

La sedicenne Frida Bollani Magoni, figlia del virtuoso pianista Stefano Bollani e della cantante jazz Petra Magoni; la storica jazzista romana Rita Marcotulli; il geniale cantautore di origine irpina Vinicio Capossela; Il cantautore marchigiano che si muove tra swing e jazz Raphael Gualazzi; e, ultimo ma non meno importante, il milanese Paolo Jannacci, figlio dell’indimenticabile Enzo. Sono solo alcuni degli artisti di indubbio spessore che parteciperanno all’imminente edizione (25-27 giugno) di Piano Milano City.

 

La manifestazione quest’anno spegne dieci candeline e lo fa in grande stile

L’importantissimo evento quest’anno festeggia i 10 anni dalla sua nascita, e prevede ancora una volta concerti in collaborazione con prestigiose istituzioni musicali come il Premio Venezia, il Concours International Léopold Bellan, il Conservatorio di Musica Giuseppe Verdi di Milano, la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, il Conservatorio Gaetano Donizetti di Bergamo e il Premio Antonia Pozzi.

 

100 concerti in presenza in 10 luoghi simbolo del capoluogo lombardo

Piano City Milano 2021 si terrà in presenza in 10 luoghi simbolo con 100 concerti organizzati sempre nel completo rispetto delle norme di sicurezza per la salute pubblica. Le note dei pianoforti risuoneranno da importanti quartieri della città di Milano, ma la loro magia sarà trasportata ancora più lontano grazie a un palinsesto di dirette streaming che permetteranno a tutti coloro che non potranno partecipare dal vivo di vivere anche a distanza le emozioni di Piano City Milano.

 

Musica ovunque, anche in cortili, tetti e case private

«Negli anni il festival ha portato la musica ovunque, strade, cortili, case private e luoghi ameni, accompagnando i movimenti di una città vivace come solo Milano riesce a essere – commenta Riccarda Belgiojoso della direzione artistica della manifestazione pianistica –. L’edizione di quest’anno 2021 assume un significato particolare, per riprendere a fare musica insieme in sicurezza. Per il nostro decimo compleanno vi invitiamo da mattina a sera in 10 luoghi a noi cari, all’aperto, per esserci in tutti i quartieri, con 100 concerti, ospiti d’eccezione italiani e stranieri, grandi nomi e giovani talenti e naturalmente ogni genere musicale. Sarà un’edizione davvero speciale, che ancora una volta abbraccerà a suon di pianoforte tutta la città».

 

Un grande successo mediatico con pianisti italiani e internazionali

In questi suoi primi 10 anni di vita il Festival ha ottenuto un grande successo mediatico e di pubblico con oltre 3.000 concerti che hanno coinvolto più di 3.500 pianisti italiani e internazionali.

 

Tra le periferie milanesi e i temi sociali

Un continuo sviluppo e rinnovamento artistico che ha conquistato e continua a conquistare il cuore di Milano e non solo, toccando non di striscio anche importanti tematiche sociali e aprendosi ai quartieri più periferici. Come da tradizione, Piano City Milano è andato alla ricerca di luoghi nuovi e inediti per raccontare la città attraverso la musica e la cultura: le note hanno risuonato dai tram ai tetti, hanno invaso le case, i cortili le piazze, i parchi, i musei, le terrazze, le scuole, trasformando la città meneghina in un unico grande palcoscenico.

 

E dopo il lockdown sono arrivati i Piano Tandem e i Piano Risciò

Particolarmente emozionanti e del tutto originali i Piano Tandem e e i Piano Risciò, che lo scorso anno, dopo il lungo periodo di lockdown, hanno riportato la musica tra le vie di Milano acclamati con gioia dal pubblico che ha seguito i loro concerti dalle finestre e dai balconi di casa.

Piano City Milano è un progetto di Associazione Piano City Milano con il Comune di Milano, a cura di Ponderosa Music&Art e Accapiù, che vanta la direzione artistica di Ricciarda Belgiojoso e Titti Santini. Con il sostegno dei partner Intesa Sanpaolo, Volvo, Hermès in sostegno ai talenti e altri in via di definizione, dei partner tecnici Steinway & Sons, Fazio li, Griffa & Figli, Passadori Pianoforti, Tagliabue, Tarantino Pianoforti e AIARP e dei media partner Corriere della Sera, Radio Monte Carlo, Zero e Pianosolo.

 

Un progetto diffuso nel solco delle sperimentazioni urbane milanesi

L’originalissima manifestazione nasce nel 2011 come primo festival diffuso della città e contribuisce alla crescita dell’onda di vitalità e delle sperimentazioni urbane e culturali che da sempre hanno portato Milano a diventare la vibrante metropoli europea che tutti conosciamo. Fra i fondatori del festival e dell’Associazione, Daniela Cattaneo Diaz e Titti Santini, che hanno sempre creduto nel progetto e costruito una rete di partner sostenitori che negli anni hanno investito in Piano City Milano immaginando unua diversa visione della metropoli. Tra i soci fondatori dell’Associazione, anche Manuela Rosignoli e Lorenzo Carni, che curano la direzione esecutiva del festival.

 

Andrea Malavolti

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply