lunedì, 6 Dicembre, 2021

Primarie delle idee del Psi: oltre13mila gli utenti che hanno votato online

11

Anche online è stata grande la partecipazione alla campagna per la consultazione nazionale, conclusasi ieri, del Partito socialista italiano. “Le tue idee per la tua Italia!” rappresenta un progetto nuovo del Psi che ha lo scopo di promuovere e diffondere idee nuove, attraverso la partecipazione diretta dei cittadini socialisti. La segreteria del Psi ha predisposto un questionario sul quale gli elettori si sono espressi, rispondendo a domande relative ad argomenti che vanno dall’economia al lavoro, passando per la laicità, l’istruzione, i giovani e i diritti civili. In questo modo i socialisti hanno potuto fornire il loro punto di vista su una serie di temi centrali per le scelte politiche dei socialisti e riformisti. Avanti! ha parlato con Emanuele Pecheux, Web content manager del Psi, che ha sottolineato il successo dell’iniziativa.

Pecheux, un autentico successo queste primarie delle idee.

Sì. Un successo questa consultazione organizzata alla vigilia dell’inizio della campagna elettorale, e grazie alla quale i cittadini hanno espresso la loro preferenza, non sulle persone, ma su ipotesi programmatiche definite.

Quale l’affluenza della campagna online?

Sono stati oltre 13mila i navigatori che in cinque giorni si sono collegati alla pagina del sito web del Psi per esprimere il voto alla consultazione “Le tue idee per la tua Italia!”. Un numero di visitatori che sarebbe stato di gran lunga maggiore se, a seguito, della diffusione della circolare dell’Agcom sulla par condicio al secondo giorno di campagna pubblicitaria, Repubblica.it non avesse dovuto sospendere la pubblicazione del collegamento al sito del Psi, provocando un’interruzione del flusso virtuoso che si era manifestato con quasi mille contatti in un solo giorno.

Un progetto che rappresenta una iniziativa importante nel panorama politico.

Sì, una iniziativa importante nel rapporto tra politica e cittadino che non lede il principio di rappresentatività ma, al contrario lo rafforza, perché i socialisti che saranno eletti nel prossimo Parlamento, potranno utilizzare gli esiti di questa consultazione nel loro lavoro parlamentare. È l’impegno preso dal segretario nazionale, Riccardo Nencini quando ha lanciato la campagna di consultazione.

Silvia Sequi

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply