martedì, 3 Agosto, 2021

Psi Toscana
Una commissione per il diritto alla mobilità

0

Martedì 13 luglio si è tenuto l’incontro/confronto, in videoconferenza tra i Responsabili dei settori di lavoro Mobilità Trasporti e Infrastrutture del PSI con esperti tecnici, sindacalisti e operatori di settore aderenti al PSI toscano, alla presenza del Vice Segretario Regionale Francesco Giorgi e di vari dirigenti regionali del Partito, sul tema della gara per l’affidamento del lotto unico del TPL su gomma in Toscana, secondo il bando predisposto dalla Regione che ha visto definitivamente vincitore, dopo i numerosi ricorsi legali di MOBIT (il gruppo rappresentante tutte le maggiori aziende pubbliche/private toscane) la ditta Autolinee Toscane del gruppo francese RAPT Dev. Dalla riunione sono state riconfermate le preoccupazioni che fino dal 2012 i Socialisti Toscani ebbero modo di evidenziare rispetto alle scelte politiche assunte dalla Giunta regionale Rossi che oggi si sostanziano dopo il risultato acquisito. I Socialisti seguiranno attentamente il percorso del dopo gara dando seguito alla costituzione di una commissione ad hoc volta a garantire il rispetto del diritto alla mobilità nei territori della regione Toscana, la garanzia della qualità dei servizi erogati come previsto dal bando di gara, la certezza dei posti di lavoro per il personale dipendente a cui dare certezze di equo trattamento normativo ed economico, nonché sicurezza della continuità di erogazione dei servizi nelle aree a domanda debole, senza dimenticare le garanzie sul patrimonio rotabile ed immobiliare. L’esperienza toscana deve essere attenzionata in ogni sua parte perché non si abbia a depauperare un patrimonio storico importante per un servizio sociale di qualità da sempre erogato alle collettività, ed affinché non sia riproducibile, a giudizio dei Socialisti, in altre aree del Paese.

 

Graziano LUPPICHINI

Responsabile Nazionale PSI

Trasporto Pubblico Locale

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply