domenica, 26 Settembre, 2021

Riforma della giustizia, ma è tutto fatto!

0

Premesso che della Riforma della Giustizia, promossa dal ministro Cartabia, non so nulla, e tantomeno del precedente tentativo di riforma Bonafede, da cittadino di questo bellissimo ed intrigante Paese, però, mi sono fatto un’idea di come andrà a finire. Andrà a finire che la riforma sarà legiferata nei tempi e nei modi richiesti dall’Europa, perché la stessa possa procedere alle tranche di pagamento delle somme del Recovery Fund deliberato per l’Italia che, come ricordiamo, ammonta a ben oltre 200 MLD di €. Tutto quello di cui si sta discutendo, con apparente foga, da parte dei partiti è ‘fuffa’, mi perdonerà Marco Pannella se prendo in prestito uno dei termini da lui più utilizzati. Fuffa perché, alla maggior parte degli italiani che paga di tasca propria il costo di queste sceneggiate parlamentari, appare chiaro, già da giorni, che la suddetta riforma sarà modificata secondo quanto convenuto a Palazzo tra tutti i rappresentanti politici della maggioranza, cioè: ‘saranno esclusi nella parte della riforma, al punto prescrizioni, tutti i reati riconducibili alla mafia ed al terrorismo’. Ora ho cercato di riassumere banalizzando il concetto, ma il significato non cambia! Il Presidente del Consiglio dei Ministri è persona seria, ha già deciso…non ha tempo di andare a Teatro; tutto è già stato convenuto con la totalità dell’arco parlamentare che lo sostiene, a parte un gruppetto di grillini duri e…puri un po’ meno, per permettere al nuovo leader del Movimento 5Stelle, persona molto stimata dal Partito Democratico, di salvare ‘capra e cavoli’. La ‘capra’ è perché nell’esecutivo precedente c’erano ‘loro’, perfettamente consapevoli delle imprescindibili regole del Recovery, peraltro sottoscritte dallo stesso Conte che ne ha ottenuto i fondi; solo che per la testardaggine dell’ex ministro di giustizia non hanno provveduto tempestivamente ad apportare le modifiche necessarie. Mentre i ‘cavoli’ metteranno nelle condizioni il neo ‘capetto‘ dei pentastellati di poter dire ai suoi sostenitori: ‘avete visto, sulla riforma della giustizia sono riuscito a piegare Draghi, la Cartabia ed il governo; accidenti, sono proprio un drago…altro che conte!

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply