domenica, 19 Settembre, 2021

Nuovo album per il grande chitarrista Pat Metheny

0

Il prossimo 10 settembre uscirà “SIDE-EYE NYC (V1.IV)”, il nuovo album di Pat Metheny, lo straordinario chitarrista vincitore di 20 GRAMMY Award, pubblicato da Modern Recordings/BMG. L’album, già disponibile in pre-order al seguente link https://patmetheny.lnk.to/SideEyeNYC, si avvale della partecipazione di musicisti scelti con estrema cura e attenzione, tra cui alcuni dei più innovativi e sperimentali nuovi strumentisti della leggendaria scena musicale newyorchese.

 

Tra magnifici brani nuovi e geniali rivisitazioni del passato

“SIDE-EYE NYC (V1.IV)” è stato inciso appena prima dell’inizio della pandemia e si contraddistingue per il perfetto equilibrio tra alcuni fantastici nuovi brani originali e superlative rivisitazioni di alcune delle composizioni di Pat più amate, come “Timeline”, che in origine vedeva Metheny suonare insieme ad autentiche icone quali Michael Brecker ed Elvin Jones.

 

Nuovi musicisti cresciuti con la sua musica

Pat Metheny ha deciso di riprendere lo spirito che lo caratterizza in modo unico e inimitabile con una nuova band costituita da musicisti che sono cresciuti con la sua musica: “SIDE-EYE NYC (V1.IV)” scorre senza pause in quella solita maniera che oltrepassa i generi musicali, dai groove realizzati in organ trio ad ampie mini-suite fino ad arrivare agevolmente sl chitarrista statunitense nella sua versione più rockeggiante.

 

Improvvisazioni, melodie oniriche e Bossa Nova

L’album è stato anticipato dall’uscita in digitale del brano “It Starts When We Disappear”, che è possibile ascoltare al seguente link: https://patmetheny.lnk.to/ItStartsWhenWeDisappear
Il brano è una summa gli aspetti migliori di Metheny: una melodia bellissima, ritmi brasileiri e l’inarrivabile sublime talento musicale che tutti si aspettano dall’artista e dai suoi due musicisti. La composizione offre improvvisazioni, melodie sognanti e groove in stile Bossa Nova. Mostra quindi ai massimi livelli tutto il talento di questo straordinario musicista.

 

Il chitarrista, celebre per i suoi lunghissimi tour, arriverà anche in Italia

Pat Metheny, musicista noto per i suoi lunghissimi tour, ha anche annunciato oltre 100 date dal vivo nel mondo per accompagnare l’uscita di “SIDE-EYE NYC (V1.IV)”. L’artista tornerà a viaggiare questo autunno e per tutto il 2022, e arriverà anche in Italia con ben 6 irrinunciabili appuntamenti live (6 maggio al Grand Teatro Geox di Padova, 7 maggio al Teatro Alighieri di Ravenna, 8 maggio al Teatro Umberto Giordano di Foggia, 9 maggio all’Auditorium Parco della Musica di Roma, 11 maggio all’Auditorium Del Lingotto di Torino, 12 maggio al Teatro degli Arcimboldi di Milano).

 

Talento musicale a go-go per accompagnare Pat

Come già accaduto per l’album, la versione live di “SIDE-EYE NYC (V1.IV)” vedrà la partecipazione dell’incredibile talento di James Francies al piano, organo e tastiera. Alla batteria si alterneranno alcuni dei più dotati musicisti come Eric Harland, Anwar Marshall e soprattutto, Marcus Gilmore, che già brilla nell’album. Il giovane batterista di New Orleans, Joe Dyson, sarà presente nelle future performance live in giro per il mondo.

 

L’ultimo tassello dell’incredibile eclettismo di Metheny

“SIDE-EYE NYC (V1.IV)” è l’ultimo e inarrivabile tassello della poliedricità di Metheny, i cui album più recenti comprendono “From This Place”, nominato da Downbeat “Jazz Record of the Year” del 2020, e l’album uscito a marzo 2021 “Road To The Sun”, una suite per chitarra classica, che Allan Kozinn del Wall Street Journal ha definito “sfaccettata in un modo bellissimo” e “capace di aggiungere qualcosa in maniera significativa al repertorio solistico, di insieme e di riarrangiamento”.

 

Vincitore di GRAMMY Award in ben dodici categorie musicali

La grandezza di questa inarrestabile sperimentazione musicale non è ovviamente nulla di nuovo per Pat. È infatti l’unico musicista ad aver vinto dei GRAMMY Award in dodici diverse categorie musicali. Per decenni è stato ampiamente richiesto dai più svariati e differenti universi musicali e in passato ha collaborato con vere e proprie leggende delle sette note quali Steve Reich, Ornette Coleman, Herbie Hancock, David Bowie e il nostro indimenticato Pino Daniele.

 

Andrea Malavolti

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply