mercoledì, 16 Giugno, 2021

Schwazer. Nencini, se c’è da ricordare a Corte Ue diritti dell’uomo ci sono

0

“Il marciatore azzurro è stato assolto: era pulito. Il tribunale svizzero respinge la richiesta di sospensione della squalifica e così Alex Schwazer non potrà partecipare alle olimpiadi. Se c’è da ricorrere alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo io ci sono!”. Così in una nota il Presidente della Commissione Istruzione, Cultura, spettacolo e sport del Senato, Riccardo Nencini dopo che il tribunale federale svizzero ha respinto il ricorso presentato dal marciatore altoatesino per arrivare in extremis a una sospensione della sua squalifica per doping. Insomma il sogno delle Olimpiadi di Tokyo sembra tramontato.

“E’ davvero un peccato perché Alex era in una forma eccellente”, commenta all’ANSA il suo legale Gerhard Brandstaetter. “Alex ormai ha 36 anni e in questi anni si è fatto le ossa. Si è definitivamente reso conto che esiste un mondo chiuso che è compatto contro di lui”. Brandstaetter si è detto amareggiato da Tas, Wada e World Atletics che “dovrebbero essere super partes”
Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply