domenica, 1 Agosto, 2021

Scrive Adalberto Andreani:
Uomini e poteri

0

Gentile Direttore,

ho assistito non più tardi di qualche giorno fa, all’intervista TV al noto Magistrato Di Matteo. Ne condivido in gran parte le considerazioni effettuate, da Lui. Vorrei ricordare tuttavia a me stesso che la nostra Costituzione a partire dagli articoli 101 al 110 considera la Magistratura come uno dei tre poteri indipendenti dello Stato italiano. I poteri dello Stato tuttavia sono composti da uomini, con i loro pregi e i loro difetti e dunque si può dire senza timore di essere smentiti che esistono uomini dai comportamenti eroici, uomini che fanno il proprio dovere ed altri che invece non svolgono le funzioni per cui sono pagati con la dovuta diligenza ed onestà. Detto ciò il sottoscritto è contrariato quando si fanno discorsi corporativi nel bene e nel male. Per esempio il luogo comune che si sente in giro “Gli avvocati sono tutti imbroglioni…” è falso. Basterebbe ricordare quanti avvocati si sono immolati nel mondo ed in Italia per la libertà e la Giustizia. Basterebbe per tutti ricordare il caso dell’avvocato Giorgio Ambrosoli e di tanti altri sacrificatisi durante il periodo del terrorismo anni ’80. Va da sé che nel ricordo dell’eroico giudice Falcone, non va dimenticato che il Ministro socialista Martelli fu uno dei pochi a difenderlo anche da attacchi dei suoi colleghi. Ma tornerò sull’argomento.

Cordiali saluti,

 

avv. Adalberto Andreani

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply