mercoledì, 1 Dicembre, 2021

Scrive Celso Vassalini:
Brescia, alpini da 100 anni

0

Egregio Direttore,

“Da stasera la città si accende del tricolore per festeggiare i cento anni degli Alpini Brescia, un omaggio in segno di riconoscenza che mi sento di condividere con tutta la città. Per le misure anti contagio, i festeggiamenti non si sono potuti fare, ma ciò non impedirà a noi cittadini e cittadine di manifestare l’affetto e la gratitudine nei confronti dei nostri Alpini, sempre a disposizione della collettività.

Lo hanno dimostrato durante i mesi più duri dell’emergenza sanitaria, lo hanno dimostrato nei periodi estivi quando la città è stata duramente colpita alla tempesta e, della preziosa costante presenza di sentinelle alpina per i fiumi sorvegliati speciali che minacciavano la nostra città.

Tutto era pronto per vivere e condividere insieme alla cittadinanza un evento importante che doveva esaltare l’impegno, la fatica, il servizio nel sociale che da sempre gli Alpini trasmettono e intendono lasciare in eredità a questa società disgregata. Nulla di fatto. Piegati da un virus invisibile che sta distruggendo il tessuto economico e sociale, siamo costretti a ripiegare a tempi migliori. Da decenni gli alpini ci trasmettono… piegati ma non vinti. In adversa ultra adversa. Contro le avversità oltre le avversità”, tutti sulla stessa barca con un mare in tempesta ma con grande responsabilità: tutti uniti, tutti fratelli, con spirito di sacrificio dobbiamo superare questo brutto momento e sostenere un messaggio che sia di serenità e di coraggioso ottimismo. Tornerà di certo la primavera, torneremo alla normalità e a fare festa con i nostri Alpini. Viva l’Italia, i bresciani e gli italiani e viva gli alpini”.

 

Un grazie sentito per le infinite costanti attività della Sezione Alpini di Brescia che spazia tra Protezione civile, sport, cultura, rapporti con le scuole, canto corale, con migliaia di ore di lavoro volontario e centinaia di iniziative per raccogliere fondi per la beneficenza.

 

Contro tutti questi virus che portano ansia e paura fonte di malattia per la società attuale diviene necessario il vaccino costituito dallo spirito alpino che come effetto collaterale positivo porta negli animi anche un poco di serenità. La nostra amata città renderà comunque un simbolico omaggio agli Alpini, illuminando questa notte di Tricolore la facciata di Palazzo Loggia un forte valore simbolico, perché il Municipio è la casa dei cittadini/e dello spirito Alpino.

 

Celso Vassalini

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply