domenica, 26 Settembre, 2021

Scrive Celso Vassalini:
La «scelta» tra vaccino e non

0

Cortese Direttore,
Ho fatto il green pass, responsabilità verso me stesso, e le persone che incrocio, e faccio fatica a capire chi si rifiuta di fare il vaccino, saremmo nelle condizioni di marzo 2020. Invece di gioire della scienza che risolve problematiche come queste vi lasciate prendere dalla paura egoistica. Vabbè speriamo solo che gli indecisi si vaccinano presto evitando che le terapie intensive si riempiono. Fa abbastanza effetto poi vedere che chi egoisticamente mette a repentaglio la libertà di tutti poi manifesti per la propria libertà. Il tema è che non esiste conciliazione possibile in questo modo diametralmente opposto di vivere e concepire la libertà in questo momento storico e, giustamente ben vengano le decisioni dallo Stato. E non vi rendete conto che urlando “libertà” state in realtà invocando “schiavitù”. Il sessantotto è fallito e ne stiamo ancora pagando le conseguenze-economiche tipo il “manuale Cencelli” è una specie di leggendario meccanismo basato su formule algebriche, per garantire ad ogni partito o movimento un buon valium-poltrone varie…! Ora non vorrei vedere altre file di bare… Ma invece manifestare per gli operai che hanno perso il lavoro e sono in presidio permanente a Villa Carcina?
La «scelta» tra vaccino e non. La libertà è per vivere solo grazie al vaccino.

 

Celso Vassalini

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply