martedì, 20 Aprile, 2021

Scrive Giuseppe Fertonani:
Riusciranno i nostri eroi a guidarci fuori dalla palude?

0

A cosa si riferisce un dubbio? Ognuno può darne la propria interpretazione. La Circular Economy, la Pandemia, il nuovo Premier, la Quarta Rivoluzione Industriale; si, ma ‘io’? Sorgono dubbi. Le notizie si susseguono, dalla Spy story all’italiana, lo ha fatto per la famiglia, alla provocazione politica internazionale passando dall’aumento di un quinto della spesa in consumi alimentari all’eguale proporzione degli accessi alla mensa dei meno abbienti per poi terminare con le violenze domestiche di un maghrebino reiterate ‘grazie’ al confino domiciliare causa COVID della vittima. Secondo voi questo sarà informazione o disinformazione? Si può ipotizzare che, a seguito del mediatico martellamento compulsivo, aggrovigliamo tutto; attendavamo una pizza margherita ma ci hanno servito un calzone farcito. Tanto con la digestione, si mescolerà tutto; già, ma il conto? E se poi restasse ‘sullo stomaco’? Per un attimo ci si blocca e si opta per focalizzare il problema più sentito, diretto; la futura gestione del Paese. Banda Larga, Crescita Economica, Cassa Integrazione, Digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, Pandemia e Smart Working; troppa carne al fuoco rischierà di bruciarsi? L‘illuminato’ è sceso in terra italica e provvederà. Forse grazie ai ministri, al parlamento tutto, all’acclamazione popolare, per la promessa al Presidente o per motivi a noi alieni, la ‘new entry’ predispone la sua squadra di governo limitandosi a confermare la preesistente con l’inserimento di alcuni fidelis. Potrebbe palesarsi qualche dubbio sulla prossima gestione peninsulare. Non Verrebbe da domandarsi come mai la sua figura così blasonata abbia modificato solo qualche virgola all’apparente fallimentare programma ereditato? La mediatica ci aveva indotto a credere che il precedente timoniere andava sostituito col ‘deus ex machina’, capace di strambare e condurre il Paese sulla corretta rotta. Potrebbe sorgere il dubbio che ‘Draghi’ sia stato investito di timoniere primo ministro ad esclusiva garanzia del prestito sottoscritto con la BCE; ciò equivarrebbe ad ottenere un mutuo a fondo perduto in banca ponendo a garante il CEO dello stesso istituto creditizio. Occorre considerare che le condizioni finanziarie del prestito della BCE al Nostro Paese non siano raffrontabili a quelle che strangolarono la Penisola ‘Ellenica’, che, non avendo la reattività economica italiana, poteva creare perplessità sull’onorare il debito; secondo Voi, si tratta quindi di magnanimità nei nostri confronti o autotutela dell’ente erogatore? Potrebbe scaturire quindi il quesito: ‘Draghi’ ha sottoscritto e preso in carica il debito dell’Italia con la BCE per ‘accettazione’ o per ‘ricevuta’? Il dato oggettivo è che passa il suo avvicendamento con l’ennesima alienazione della democratica mozione popolare. Non va omesso, come da reiterata consuetudine autoctona, che contestualmente accrescono le accise dei carburanti; semplice, non facilmente recepibile ma ‘corposo’ grazie alla costante tendenza al ribasso del prezzo del brent. Non scaturisce il dubbio che, qualora l’attuale conducente mantenga la stessa rotta del predecessore, sia o per incapacità di condurre il natante, o che il predecessore già seguisse la rotta con lui concordata in precedenza? Come avranno potuto gli altri ‘nostri partner europei’ essersi già rimessi in navigazione? Eppure il COVID miete vittime anche da loro, così pare. Dopo tutto sopraesposto non Vi viene il dubbio che il manipolo di ‘draghi’ alla conduzione della nostra precaria imbarcazione Italia, possa incenerire e quindi affondare l’insicuro e rappezzato natante nostro Paese causa, forse, un involontario ‘infuocato colpo di tosse’? Il chiarimento a tutto ciò fù definito con un eufemismo di un grande statista del passato, W.Churchill: “Io affermo che quando una Nazione tenta di tassare se stessa per raggiungere la prosperità è come se un uomo si mettesse in piedi dentro un secchio e cercasse di sollevarsi per il manico”. Tutti questi dubbi Vi concederanno il sonno delle prossime notti?

 

Giuseppe Fertonani

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply