martedì, 18 Maggio, 2021

Scrive Luciano Masolini:
Una battaglia per i diritti

0

Sono ormai già molti anni che in Italia le famiglie omogenitoriali si stanno coraggiosamente battendo per il riconoscimento e la tutela dei loro figli. Abituate come sono – loro malgrado – a scontrarsi con una politica poco propensa a certe richieste, queste famiglie continuano giustamente a perseguire le proprie istanze che a quanto pare, almeno qui da noi, non sono affatto semplici da raggiungere. Quando alcuni anni fa vennero approvate (grazie alla ferrea presa di posizione del governo Renzi) le Unioni civili, quel tanto dibattuto punto che prevedeva proprio le adozioni da parte delle coppie dello stesso sesso fu talmente divisivo che, infatti, dovettero ben presto accantonarlo costringendo così, purtroppo, ad un compromesso tendente molto al ribasso. Ma se fin da quei giorni la politica non se ne sta più interessando, non altrettanto sta facendo la Corte Costituzionale che invece, per fortuna, è tornata più volte sulla questione. Lo ha fatto anche lo scorso 9 marzo con la pubblicazione per intero di due recenti sentenze riguardanti il caso di una coppia formata da due padri gay e di un’altra composta da due mamme lesbiche. Se pur contraria al cosiddetto utero in affitto, la Consulta con quanto ivi sostenuto incalza fortemente la politica a legiferare quanto prima sulla materia, dimostrando di essere ancora una volta sicuramente molto più avanti dello stesso Parlamento. La chiarissima esposizione motivazionale di queste due sentenze – la cui dotta lettura è una vera lezione di democrazia – ne è appunto un bell’esempio. Dopo tale autorevole monito auspichiamoci, quindi, che i politici si diano una mossa. Del resto, le coppie omogenitoriali sono una realtà delle quali non si può più ignorare la loro non facile situazione. Provvedere a regolare il tutto, come ha chiesto la Consulta, è dunque cosa davvero più che necessaria. Speriamo solo di non attendere ancora molto tempo, anche perchè ne è già stato perso davvero fin troppo.

Luciano Masolini

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply