domenica, 26 Settembre, 2021

Scrive Rino Capezzuoli:
Politica e propaganda

0

Cari compagni in ferie: il tempo non conta per voi e tanto meno in politica; dite chi se ne importa tanto non contiamo nulla noi ed i nostri politici fanno come gli pare fregandosene di noi popolino.
Forse vi dimenticate qualcosa in questo semplicistico ragionamento : cioè che i nostri politici li eleggiamo noi con il nostro voto grazie a coloro che morirono per darci questo diritto di cui oggi troppo spesso ci dimentichiamo. La cosa è molto grave soprattutto per coloro che si dicono di sinistra e che si lasciano grattare la pancia dalla propaganda interessata della destra che trae vantaggio da questa impostazione. Così come da coloro che essendo di sinistra dicono offuscati dai sondaggi :tanto la prossima volta vincono le destre ,cioè già rassegnati alla sconfitta.
Queste sembrano essere a tutt’oggi le tendenze in essere nella maggioranza del popolino più o meno politicizzato nostrano.
Queste logiche sono talmente diffuse che hanno svuotato tutto il nostro sistema politico istituzionale fino a costringere il presidente della Repubblica ad incaricare di formare un governo di unità nazionale guidato da un tecnico mentre la politica sta cercando di ritrovare una strada per governare il paese ancora non riuscendoci.
Tutti i partiti sono in cerca di mettere bandierine su questo o quel provvedimento per poter acquisire voti alle elezioni e non emerge nessun progetto paese Gli italiani sembrano non accorgersi di tutto questo e l’unica speranza è che come sempre si risveglino nell’urna ma questa volta la cosa sembra essere molto più complicata visto i litigi all’interno dei due schieramenti destra e sinistra e dal fatto che stiamo entrando nel semestre bianco e poi ci sarà da eleggere il nuovo presidente della repubblica con la maggioranza qualificata del parlamento
Ora la presidenza della Repubblica è sempre stata in questi ultimi 80 anni un baluardo di democrazia a cui affidarsi nei momenti difficili ed anche su questo, questa volta per ora, non si vedono emergere personaggi al di sopra delle parti
che ci possano garantire imparzialità e democrazia anche se dobbiamo riconoscere che ad ogni elezione è stato così fino all’ultimo momento poi per fortuna o per il ravvedimento di qualcuno si è trovata la soluzione se non migliore più accettabile per il paese. L’Italia vive un momento di grande incertezza come il mondo intero
ma come sempre abbiamo grandi possibilità di ripartire e superare le nostre incertezze e le nostre debolezze .La sinistra se vuol vincere questa volta deve tornare a lottare nei territori e nelle comunità facendosi carico di quel processo di innovazione che il paese aspetta da troppo tempo e sapendo che il tempo è tiranno
e breve.

 

Rino Capezzuoli
Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply