venerdì, 24 Settembre, 2021

Scuola, dal Psi soddisfazione per la riapertura

0

Il PSI esprime soddisfazione per la decisione del Governo di sollecitare la riapertura delle scuole subito dopo Pasqua. “Per i socialisti – dichiara il Segretario nazionale del PSI Enzo Maraio – il ritorno in aula è una priorità. Si può fare in sicurezza”.

 

I fondi europei del “Recovery fund”

La chiusura degli Istituti scolastici ha dimostrato più volte l’incapacità di alcuni territori nel gestire i trasporti pubblici e l’organizzazione fuori delle scuole. La chiusura è il sistema più semplice per porre rimedio a tale incapacità. E’ auspicabile che la chiusura di questi giorni sia stata utilizzata affinché non ci siano più chiusure e finalmente tutti i ragazzi possano tornare a fare lezione in presenza. Intanto iniziano a definirsi gli interventi con i fondi europei del “Recovery fund”. La Commissione Istruzione del Senato, presieduta dal senatore socialista Nencini, ha dato le sue indicazioni.

 

Prioritario combattere dispersione scolastica

Per il PSI è prioritario combattere la dispersione scolastica. Non si pensi di porre rimedio facendo passare tutti gli alunni all’anno successivo. Dobbiamo permettere ai nostri giovani di poter disporre del tempo necessario a recuperare quanto perduto. In questo senso il PSI è certo che l’ordinanza sulla fine dell’anno scolastico sarà pubblicata a breve dal Ministro Bianchi.

 

Una scuola efficiente

La dispersione scolastica si combatte avendo una scuola efficiente. Una scuola efficiente deve poter contare su un maggior numero di aule, edifici nuovi o messi a norma, insegnanti motivati, tempo scuola e orario scolastico rimodulato ed efficace, personale scolastico stabile e libero dagli impedimenti burocratici, deve essere in grado di fornire lo stesso servizio sull’intero territorio nazionale. C’è molto da fare, noi socialisti ci siamo.

 

Luca Fantò
Referente PSI scuola, università e ricerca

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply