lunedì, 12 Aprile, 2021

Scuola, proposte di riforma dal Psi

0

Sabato 7 novembre, nella sede del Psi, c’è stato un incontro ristretto tra alcuni compagni della commissione cultura e della commissione scuola. Presenti all’incontro i compagni Luca Fantò per la scuola, Antonio Natale Rossi e Salvatore Rondello per la commissione cultura.
Nell’incontro coordinato da Luca Fantò, è emersa la necessità di una riforma scolastica per modificare i cicli della scuola media. In particolare si ravvisa la necessità di aumentare da durata della scuola media inferiore fino a cinque anni.

In sintesi, la riforma dei cicli scolastici, riportandoli a tre, consisterebbe nel ripristinare il I ciclo delle elementari, creando un II ciclo di medie inferiori della durata di cinque anni, che inglobi l’attuale primo biennio delle superiori e concluda l’obbligo scolastico e infine un triennio di scuole superiori fortemente caratterizzato dall’indirizzo. Naturalmente ci sarà anche una rimodulazione della didattica.
L’aspetto positivo della proposta sarebbe legato innanzitutto all’orientamento che avverrebbe a 16 e non più a 13-14 anni, inoltre tale organizzazione aggredirebbe la dispersione scolastica sia con la necessità dei ragazzi di chiudere a 16 anni il secondo ciclo sia con la motivazione di una scelta di indirizzo per il triennio finale più consapevole e fortemente caratterizzata dall’indirizzo.
Inoltre, guardando alle nuove forme di organizzazione del lavoro derivanti dal digitale e che coinvolgono anche la scuola con l’insegnamento a distanza, è stato proposto di organizzare un convegno o comunque un’iniziativa culturale finalizzata ad una riflessione sullo Statuto dei Lavoratori nell’ottica di una digitalizzazione del lavoro che ormai non è più una possibilità ma una realtà imposta dai tempi.

Sempre nell’ottica di stare al passo coi tempi della digitalizzazione, è stato proposto che il PSI sostenga una revisione dei contratti in maniera che considerino le nuove modalità di lavoro determinate dalla digitalizzazione, nel rispetto e nella salvaguardia del salario dei dipendenti.
Le idee emerse dall’incontro, vanno sicuramente sviluppate e portate avanti in sede parlamentare come proposte politiche del PSI.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply