domenica, 17 Ottobre, 2021

SENZA ACCORDO

0

Sul ddl Zan “non c’è accordo. Si va in Aula per votare il calendario” senza che in parlamento sia stato trovata una base comune. Questo è lo stato dei fatti resi noti dal senatore del Pd Franco Mirabelli al termine del tavolo di maggioranza sul ddl Zan. La Lega e FI avevano chiesto uno slittamento di 24 ore per il voto del calendario, previsto per oggi pomeriggio, per esaminare la proposta di mediazione arrivata da Andrea Ostellari. Ma non c’è possibilità di accordo e quindi si va in Aula. 

L’aula del Senato sarà dunque chiamata a votare e centro-sinistra, 5 stelle Iv e Autonomie chiederanno di iniziare la discussione il 13 luglio. 

La calendarizzazione del Ddl Zan contro l’omofobia per martedì 13 luglio era stata approvata dalla precedente conferenza dei capigruppo a maggioranza. L’Aula è ora chiamata a votare la conferma di tale decisione o a respingerla.

Per il Senatore socialista Riccardo Nencini “è opportuno che l’aula del Senato calendarizzi già oggi la discussione e il voto sul Ddl Zan”. È quanto si legge in un tweet del presidente della commissione cultura del Senato.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply