domenica, 26 Settembre, 2021

Sesso, violenza e porno per riempire i Tg

0

Sesso, violenza e prevenzione. E’ questa la triade funzionale a prevenire le situazioni di abuso che sempre più spesso riempiono tg e pagine di cronaca.

 

Stime

Educare al sesso ed al rapporto con l’altro sesso risulta necessario. Secondo le stime raccolte dall’Istat, sebbene stupratori e vittime si riscontrano in tutte le fasce di età, il 36% dei presunti violentatori ha un’età compresa fra i 18 e i 34 anni. Il grosso dei numeri, quindi, riguarda proprio i giovanissimi.

 

Salone Erotico di Barcellona

Prima di procedere si raccomanda la visione del seguente video:  ( https://youtu.be/Mt-JPXurr1I ). Realizzato in occasione del Salone Erotico di Barcellona 2018 lo stesso sintetizza un concetto chiave del presente scritto. Senza una corretta educazione sessuale il porno è l’unico libretto di istruzioni a disposizione dei giovani.

 

Porno

Ciò è maggiormente vero oggi, dove anche i giovanissimi possiedono un cellulare connesso alla rete. Là dove non arriva la scuola, infatti, arriva la pornografia. Il 70% dei quattordicenni è già entrato in contatto con materiale pornografico, spesso senza avere alcuna conoscenza in materia di sessualità. Secondo un’indagine dell’Osservatorio nazionale sulla salute dell’infanzia e dell’adolescenza, il 19% degli adolescenti ha rapporti sessuali prima dei 14 anni, anche se il 73% non conosce le principali malattie a trasmissione sessuale. Un dato su tutti: tra i sessualmente attivi quasi 2 su 5 non adottano alcuna precauzione durante i rapporti. È quanto emerge dall’indagine 2020 dell’Osservatorio “Giovani e Sessualità” svolta da Durex coinvolgendo ben 15.254 giovani tra gli 11 e i 24 anni. 

 

Vergone e silenzi

E’ un ottuso senso di “vergogna” che rende la nostra società pericolosa. Basti pensare che solo 6 giovani su 10 hanno affrontato l’argomento ‘sesso e prevenzione’ con i genitori.

Sull’annoso tema della Educazione sessuale, il Miur continua a dare risposte negative in merito a una sua possibile introduzione nei programmi scolastici. Ad oggi l’unico momento formativo sulle nozioni di sviluppo sessuale risulta essere quello inserito all’interno del corso di scienze a partire dal livello secondario di istruzione. Il nozionismo di attesta su: anatomia genitale, la riproduzione sessuale, l’uso dei contraccettivi e le malattie sessualmente trasmissibili.

 

Reticenze e scienza sociale

Una platea bigotta si oppone ad una introduzione dell’educazione sessuale nelle scuole ritenendo che la stessa sarebbe un incentivo ad una sessualità precoce e promiscua. E’ la scienza sociale, invece, che sconfessa la paure dei molti oscurantisti del sesso consapevole. Gli studi condotti in Italia e nel mondo hanno dimostrato che avere un’educazione sessuale olistica rende il giovane in grado di fare scelte mirate e consapevoli e, contrariamente alle aspettative, concorre a posticipare l’età delle prime esperienze sessuali.

Sex confidence

Conoscersi e conoscere serve a maturare un atteggiamento positivo e responsabile verso la sessualità, ed i giovani hanno bisogno di conoscerla sia nei suoi aspetti di rischio che di arricchimento. Si tratta di costruire un approccio positivo alla sesso, ossia considerare la sessualità un’attività condivisa e in grado di incrementare la conoscenza di se stessi e dei propri partner. Solamente in questo modo i giovani saranno in grado di agire responsabilmente verso se stessi e verso gli altri.

 

Più il porno attuale continuerà ad essere l’unico corso di educazione sessuale a cui si ispireranno i giovani, più continueremo a formare stupratori, ad alimentare violenze ed a creare discriminazioni ed incomprensioni.

In una società senza educazione sessuale è obbligatorio che il porno cambi.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Polemico, pronto alla sfida e disponibile a mettere in discussione la propria idea. Antonio Musmeci Catania è dottore in Giurisprudenza, indirizzo comparato europeo e transnazionale, presso l'Università degli Studi di Trento, approfondendo le tematiche delle relazioni politiche ed internazionali attraverso il master di II livello della Lumsa di Roma. Ti piace l'articolo?! Sostieni la mia penna con una donazione: Postepay Evolution: IT18K3608105138201757201764 https://paypal.me/avanguardiavanti?locale.x=it_IT Seguimi https://www.facebook.com/avanguardiasocialistavanti

Leave A Reply