domenica, 26 Settembre, 2021

SI’ GREEN PASS NO RED ZONE

0

Torna la paura di una nuova ondata ora che la curva dei contagi risale con la variante Delta, così per evitare di tornare a chiudere e bloccare la ripresa economica occorre subito prendere provvedimenti.
La soluzione è nel vaccino, dopo quasi due anni di pandemia, centinaia di migliaia di morti solo nel nostro Paese e un piano vaccinale che era partito benissimo ma che rischia di arenarsi per colpa della propaganda dell’opposizione al Governo.
Il Comitato tecnico scientifico ha chiesto un’accelerazione sulla somministrazione dei vaccini nelle scuole, tanto che non è escluso che si vada sull’obbligo vaccinale per il personale scolastico. Domani è prevista la cabina di regia e poi il Cdm che dovrebbe varare e probabilmente rendere operativo in tempi brevissimi un sistema premiale che favorisca un incremento delle vaccinazioni. Così chi non ha voluto farsi il vaccino sarà svantaggiato. Anche il presidente del Consiglio quindi sarebbe per la linea dell’ampliamento del green pass.
“Il vaccino è l’unico strumento che abbiamo per combattere il virus e i ricoveri. Ma soprattutto è l’unico modo per poter tornare a fare una vita sociale normale. L’utilizzo del #GreenPass per ristoranti, discoteche ed eventi al chiuso è sempre meglio di chiudere tutto nuovamente e rivedere salire i contagi e far crollare l’economia”. Così in una nota il segretario del Psi Enzo Maraio.
La linea del ‘Green Pass subito’ si rafforza nel governo, anche se restano le contrarietà di alcune forze della maggioranza e le perplessità delle Regioni di inserire criteri eccessivamente rigidi. Non c’è, infatti, ancora l’accordo sui criteri per l’utilizzo del certificato e il nodo è sempre lo stesso: l’uso per entrare nei ristoranti al chiuso.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply