venerdì, 16 Aprile, 2021

Siena, dopo Conte il seggio per candidare Letta

0

La politica italiana passa dalla Toscana, stavolta l’ombelico politico della sinistra dell’Esecutivo del Conte 2 è rappresentato da Siena.
Bonafè ha offerto a Enrico Letta, neo segretario Pd, il seggio di Siena. Ma Letta non si sbilancia, non può farlo: “Il tema non si è minimamente affrontato – dice in un’intervista al CorriereTv – sono appena arrivato qui. Deciderà il Pd senese, quello è il seggio di Siena, non il mio”.
“Ero perplesso dalla possibile candidatura di Conte a Siena, continuo a pensare che a decidere sui collegi uninominali, debbano esprimersi solo i territori, anche nel caso riguardasse Letta”, afferma il senatore Pd Andrea Marcucci, tutto questo dopo le polemiche in cui l’ex capogruppo aveva accolto la decisione del nuovo segretario di rifare il partito in ‘quota rosa’.
Adesso il fuoco delle polemiche però pare spostarsi tra le stesse donne, Madia candidata con Serracchiani come capogruppo a Montecitorio, non sembra aver digerito l’elezione dell’ex governatrice sostenendo che sia stato studiato e architettato alle sue spalle.
Serracchiani non rappresenta però la sinistra orlandiana che avrebbe premuto per Letta.
In tutto questo l’attuale segretario ha di fronte solo l’inizio del suo lavoro e può farlo solo entrando in Parlamento, non come è successo al suo predecessore.
A breve la scadenza più importante, l’elezione del presidente della Repubblica.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Scrivo al volo, penso con la mano sinistra, leggo da ogni angolazione, cerco connessioni

Leave A Reply