lunedì, 12 Aprile, 2021

Supercoppa italiana,
Napoli canta ai rigori

0

coppaLa squadra di Benitez conquista il primo trofeo stagionale battendo la Juve a Doha, paradosso giustificato dalla pioggia di milioni. Il match era terminato 2-2 dopo i tempi supplementari, grazie alle doppiette di Tevez e Higuain. Poi decisiva la parata di Rafael su Padoin dopo che i bianconeri avevano fallito due match-point. Buffon e compagni possono consolarsi con il campionato, dove il vantaggio sulla Roma è tornato di 3 punti.

TRIONFO AZZURRO – A differenza degli anni passati, la Supercoppa Italia si è disputata a dicembre e non più alla vigilia dell’inizio del campionato. Questo perché la finalissima tra Juventus e Napoli si è giocata a Doha (un po’ un controsenso giocare una competizione nazionale fuori dall’Italia) e scendere in campo ad Agosto sarebbe stato proibitivo. La partita ha regalato tante emozioni: il risultato si è sbloccato dopo pochi minuti, quando Tevez ha approfittato di un disattenzione dei centrali difensivi azzurri per portare in vantaggio la Vecchia Signora. Nel secondo tempo, però, Higuain ha risposto al suo connazionale, trovando il pareggio con un bel colpo di testa su cross di De Guzman dalla sinistra. Nei supplementari sempre protagonisti i due attaccanti sudamericani: gol dell’Apache che ha illuso i bianconeri e nuovo pareggio, a 2 minuti dalla fine, del Pipita. Ai rigori si è dovuti arrivare a oltranza: Chiellini prima e Pereyra poi hanno fallito il rigore decisivo, prima del gol di Koulibaly e l’errore di Padoin, che si è fatto parare il penalty da Rafael per la grande festa dei ragazzi di Benitez.

SERIE A, LA JUVE ALLUNGA – Sarà una consolazione magra, ma la Juventus può pensare ai 2 punti guadagnati sulla Roma in campionato. I bianconeri, infatti, hanno vinto giovedì scorso 3-1 a Cagliari (in gol Tevez, Vidal e Llorente per i campioni d’Italia, Rossettini per la rete della bandiera dei sardi), mentre la Roma è stata fermata 0-0 sabato sera all’Olimpico da un ottimo Milan, che nei minuti finali ha resistito anche in 10 uomini per l’espulsione di Armero.

BAGARRE CHAMPIONS – Per la corsa alla Champions, giornata positiva per il Napoli, che aveva superato 2-0 in casa il Parma giovedì (reti di Zapata e Mertens su rigore). Gli azzurri sono stati gli unici, infatti, a vincere. Pareggio spettacolare 2-2 tra Inter e Lazio (Kovacic e Palacio hanno rimontato la doppietta di Felipe Anderson). Solo un pari casalingo per la Sampdoria 2-2 contro l’Udinese (gol di Obiang e Gabbiadini per i blucerchiati, Geijo e Danilo per i friulani) e per la Fiorentina 1-1 nel derby toscano contro l’Empoli (Vargas per i viola, pari di Tonelli, fiorentino doc). Sconfitta invece per il Genoa 2-1 a Torino: i liguri erano passati anche in vantaggio con Iago Falque, poi però c’è stata la doppietta del capitano granata Glik. Ora, dopo Juventus e Roma, ci sono 6 squadre in 4 punti.

AL CHIEVO IL DERBY DI VERONA – Un match importante in questa 16esima giornata era il derby di Verona. Ha vinto 1-0 il Chievo, grazie al gol nei minuti finali di Paloschi, anche se in chiara posizione di fuorigioco. La squadra di Maran è sempre più lontana dalle zone calde della classifica. Pareggi 1-1 tra Sassuolo e Cesena (vantaggio degli emiliani con un rigore generoso realizzato da Zaza, pari a tempo scaduto di Ze Eduardo) e 3-3 tra Atalanta e Palermo (doppietta di Denis e gol di Maxi Moralez per i nerazzurri, due reti anche per Vazquez e gol di Luca Rigoni per i siciliani). Ora c’è la pausa, si riprende il 5 gennaio con Lazio-Sampdoria.

LA CLASSIFICA – Questa la classifica dopo la 16esima giornata
1. Juventus 39
2. Roma 36
3. Lazio 27
4. Napoli 27
5. Sampdoria 27
6. Genoa 26
7. Milan 25
8. Fiorentina 24
9. Udinese 22
10. Palermo 22
11. Inter 21
12. Sassuolo 20
13. Empoli 17
14. Torino 17
15. Hellas Verona 17
16. Chievo 16
17. Atalanta 15
18. Cagliari 12
19. Cesena 9
20. Parma 6

Francesco Carci

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply