Bossi

Esteri
Di

Bossi lascia a Maroni le redini del Carroccio prima della sbandata finale

Umberto Bossi ha dato il via libera alla “candidatura unica” dell’ex ministro Roberto Maroni a prossimo Segretario della Lega, al prossimo Congresso del partito. Previsti anche tre vice. Qualche leghista dell’ultim’ora scriverà che dopo la tempesta arriva il sereno sperando di far passare un messaggio positivo, l’immagine di una Lega che si piega ma non si spezza, di un Carroccio che scricchiola ma non crolla sotto i colpi dell’inchiesta che per giorni hanno scosso via Bellerio. Ma il…

Approfondimento
Di

Dimissioni all’italiana: dopo un mese Bossi ci ripensa e rivuole la poltrona da segretario

Al Senatùr dimissionario sono bastati venticinque giorni per ripulirsi dal fango degli scandali. In barba al “popolo delle scope” che in rivolta chiedeva “pulizia”, l’ex segretario della Lega Nord ha annunciato che si ricandiderà per la segreteria al consiglio federale, perché contro l’attacco del centralismo romano «farabutto» e «canaglia» occorre serrare le fila. Intervenuto a Zanica, in provincia di Bergamo, in occasione del Lega Unita Day, Bossi ha anticipato che non si tirerà indietro…

Politica
Di

La Lega attacca e il PSI risponde

«Prima i soldi servivano a finanziare i partiti. Ora si ruba ai partiti per ristrutturare la terrazza della famiglia del segretario». Con queste parole Riccardo Nencini, segretario nazionale del Psi, ha risposto alla provocazione lanciata dal leader leghista Umberto Bossi che ieri sera, durante un comizio a Conegliano, aveva affermato che «la Lega non ha rubato i soldi a nessuno, non si è fatta dare le tangenti come il Partito socialista». «Bossi ha ragione – incalza Nencini – rispetto ad…

In evidenza
Di

Gli anti-maroniani sfidano i “traditori” al ‘Bossi day’

Al grido “Umberto il simbolo è tuo, la Lega nord tua e dei militanti fedeli a te e al tuo ideale” i fedelissimi del Senatur si mobilitano. Un misto di rabbia, orgoglio e voglia di riscatto è il sentimento che anima quale i militanti bossiani più fedeli, quelli che non lo cambierebbero con nessun altro leader al mondo e che temono il fantasma del nuovo che avanza chiamato Maroni e che per questo si sono dati appuntamento, dome nica prossima, al “Bossi day”. Dicono di farlo per “l’unità della…

Politica
Di

La notte delle scope incorona Maroni e parcheggia il Senatùr

È passata tanta acqua sotto i ponti dal 1991, dal congresso che vide Umberto Bossi fondare la Lega Nord, ma la base sembra non essersene accorta. Ventidue anni e non sentirli: questo il messaggio che vuole lanciare il partito con il comizio organizzato in fretta e furia oggi a Bergamo, dopo gli scandali che hanno rosicchiato le fondamenta di via Bellerio. Più di quattromila militanti intervenuti per urlare a gran voce l’orgoglio di essere padani, l’Orgoglio Leghista appunto, che al comizio dà…

Politica
Di

Non c’è trippa per Bossi: si dimette ma c’è il “trucco”

Bossi se n’è andato e non ritorna più. E invece no. Potrebbe succedere ancora l’irreparabile, potrebbe avverarsi uno scenario da fantapolitica. Cosa? Presto detto. Il Senatur fresco fresco di dimissioni da leader del Carroccio è stato eletto presidente federale. Sulla carta dovrebbe limitarsi a “fare opera di mediazione fra le varie componenti”. Ma qualche riga più in basso, l’ultimo comma dell’articolo 15 dello Statuto della Lega Nord, dal titolo ‘Il Presidente Federale’, recita testualmente…

Politica
Di

Roma ladrona? No è Milano con il leghista Boni indagato per corruzione

Davide Boni, esponente di spicco della Lega e presidente del Consiglio regionale della Lombardia, risulta indagato per corruzione dalla procura di Milano. L’accusa riguarda il periodo, compreso tra il 2005 e il 2010, durante il quale l’esponente leghista era assessore all’Urbanistica della Regione. L’inchiesta riguarderebbe una serie di irregolarità nelle concessioni per aree edificabili e nella concessione di permessi relativi ad immobili ed aree commerciali. L’indagine è attualmente…

Politica
Di

Bossi istiga all’eversione: «Monti rischia la vita, perchè il Nord lo farà fuori»

Non bastava il dito medio, i vaffa gridati a brutto muso, gli insulti alla bandiera e all’inno di Mameli. Bossi non si accontenta, come un animale perennemente affamato di quel calore che solo una piazza inferocita e per nulla democratica sa concedergli, alza il tiro e istiga all’eversione, alla violenza fisica attraverso parole pesantissime contro il premier Monti e la sua incolumità. Secondo lei Monti proseguirà anche dopo il 2013 sostenuto da Berlusconi? «Rischia la vita, perché il nord…

Politica
Di

Locandine anti lega fanno il verso a manifestazione flop

Sabato e domenica prossima, a Milano, la Lega scenderà in piazza cercando di pitturare la facciata di un edificio che, a quanto sembra, sta cadendo a pezzi. Una “rinfrescata” color verde Padania, insomma, che ridia vigore a quel sentimento affievolito della base leghista come il colore ormai stinto delle loro bandiere.
Intanto però alcuni anonimi, la scorsa notte, si sono divertiti a tappezzare il capoluogo lombardo con goliardici manifesti antileghisti.