coppie di fatto

Approfondimento
Di

Sentenza storica, sì adozione a coppia lesbica

Il tribunale per i Minorenni di Roma ha riconosciuto l’adozione di una bimba che vive in una coppia lesbica, figlia biologica di una sola delle due conviventi. Si tratta del primo caso in Italia di “stepchild adoption” (adozione del figliastro) vuol dire l’adozione da parte di uno dei due componenti di una coppia del figlio, naturale o adottivo, del partner.
Puo’ dunque riferirsi sia a coppie eterosessuali che omosessuali, anche se viene comunemente riferita a coppie dello stesso sesso. Oltre che nel Regno Unito, la stepchild adoption e’ consentita anche in altri adozione lesbiche roma Paesi europei dove e’ possibile per le coppie omosessuali adottare bambini, come ad esempio Spagna, Svezia, Norvegia, Danimarca, Belgio, Francia ma anche in nazioni, come Germania, Finlandia e Groenlandia, che pur non consentendo l’adozione di bambini da parte di coppie dello stesso sesso riconoscono a chi e’ in convivenza registrata con una persona di sesso uguale l’adozione dei figli naturali e adottivi del partner.

In evidenza
Di

Omofobia, un passo avanti. Ma piccolo. Via libera della Camera con sì di Pd, Scelta civica e Psi

Alla fine anche la Camera ce l’ha fatta: con 228 voti a favore, 57 contrari e 108 astenuti è stata approvata una legge contro l’omofobia e la transfobia. Ci sono voluti tre giorni di discussione, oltre 72 ore di dibattito, rinvii, tentativi di mediazione, spaccature tra la maggioranza, alleanze trasversali immediatamente capovolte, con testi che cambiavano, si annacquavano, peggioravano, ma alla fine l’asse laica, complice anche il voto segreto, ha avuto la meglio. Certo non è una bella legge…