gas

In evidenza
Di

Crollo Rublo, il prezzo di Ucraina e Crimea

È stato un risveglio da incubo per l’economia russa. Nonostante la Banca Centrale russa ha tentato di salvare la propria valuta portando i tassi di interesse dal 10,5 al 17%. Appena un sussulto e la moneta russa è tornata a precipitare verso nuovi minimi assoluti: 80 rubli per un dollaro, addirittura 100 sull’euro, prima di risalire intorno a quota 90. Dall’inizio del 2014 si è svalutato di più del 50%. Il 1 gennaio 2014 un dollaro Usa valeva 32,66 rubli, oggi 66. Ieri ha perso il 10% …

In evidenza
Di

Tonfo del rublo, assalto agli sportelli

Il Rublo va a braccetto con il petrolio e finisce per essere trascinato verso il basso. Dopo le ultime stime dell’Aie (Agenzia internazionale dell’energia) che ha tagliato ancora, per la quarta volta, le previsioni di domanda del petrolio, il Brent si avvicina al tonfo: è sceso sotto quota 63 dollari. Ma a preoccupare resta la situazione della valuta russa che stamane ha toccato i minimi storici contro euro e dollaro Usa. Il cambio tra dollaro Usa e rublo si è spinto fino a 57,94 rubli…

In evidenza
Di

Energia e Rublo. L’economia russa tentenna

L'”olio nero” scotta e a bruciarsi è la Russia. La decisione dell’Opec, il cartello dei Paesi esportatori, di lasciare invariata la produzione del petrolio e la conseguente caduta dei prezzi mette in crisi l’economia russa, già colpita dalle sanzioni economiche a seguito della guerra in Ucraina: un esempio su tutti è che da gennaio a fine novembre la capitalizzazione di borsa della principale società energetica russa, Rosnesft, è calata del 38%. Ma ogni disgrazia ne tira a sé un’altra, in …

In evidenza
Di

L’Italia torna a interessarsi della Libia

La questione libica viene rimessa la centro della discussione internazionale, dopo essere stata ignorata per mesi. I libici stanno combattendo una guerra civile da luglio dopo che sono emersi i problemi irrisolti a seguito della cacciata di Ghedaffi del 2011. Non c’è stato nessun intervento di rilievo da allora da parte dell’Occidente, a parte le chiusure delle ambasciate occidentali (eccetto l’Italia) e proprio l’Italia sta rimettendo in primo piano il suo ruolo di “storico alleato” …

In evidenza
Di

Gas. Il contrattacco russo alle sanzioni UE

Dopo la paura di un nuovo autunno caldo per via della crisi si affaccia in Europa il timore di un grande freddo. Oggi la Polonia ha annunciato di aver rilevato un improvviso calo del 24% delle forniture di gas russo da parte di Gazprom, il colosso energetico pubblico di Mosca.
L’annuncio ha scosso le cancellerie europee già alle prese con i conti della guerra all’Isis che controlla le maggiori risorse petrolifere del Levante. Gazprom fornisce un terzo del gas in Europa e per molti paesi…

In evidenza
Di

Sanzioni Ue-Russia, le ritorsioni sulle imprese europee

Si apre la “terza fase” delle sanzioni. Dopo mesi di stallo e incertezza europea sulla crisi ucraina i ventotto ricorrono in maniera drastica nei confronti del vicino russo: le sanzioni economiche in risposta alle ingerenze russe nella guerra civile ucraina.
Stamani l’Ue ha adottato le sanzioni contro la Russia, che entreranno formalmente in vigore domani dopo la loro pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea. Si tratta di misure drastiche da parte dei paesi comunitari: stop …

In evidenza
Di

Stop gas all’Ucraina. La rivincita di Putin sull’Ue

Nello scacchiere internazionale il presidente Putin conosce bene le sue pedine: inclusa l’impotenza europea ed ucraina sugli approvvigionamenti energetici.
Oggi è fallito l’ultimo tentativo di mediazione della Commissione europea nella diatriba del gas tra Ucraina e Russia. Inutili i tentativi messi in atto da parte del commissario Ue all’Energia Guenter Oettinger che ha proposto un compromesso che prevedeva da un lato il pagamento immediato di una parte del debito ucraino nei confronti …

Esteri
Di

Furono i ribelli e non Assad
a usare i gas contro i civili

Assad nel 2013 non usò i gas per attaccare i ribelli, ma furono questi ultimi, col sostegno determinante della Turchia a organizzare l’attacco che uccise 1400 civili di un quartiere di Damasco, per provocare l’intervento armato americano.
Dell’uso del gas Sarin in Siria si parlò molto e gli Usa arrivarono a un passo dallo scatenare una violenta rappresagli aerea contro l’esercito regolare di Assad per infliggere una punizione esemplare al regime siriano accusato di aver portato a termine …