Gianni Cuperlo

In evidenza
Di

Pd. La Resa dei conti al Nazareno

Giornata tesa al Nazareno dove Renzi ha convocato prima la segreteria e poi i gruppi parlamentari. Tra i temi da affrontare, quello della scuola che sarà anche al centro del Consiglio dei ministri di martedì. L’incontro con i gruppi non è stato trasmesso, come consueto in, streaming. Cosa su cui ironizza Gianni Cuperlo: “Forse hanno venduto i ripetitori”. Ma sullo sfondo resta lo strappo, durissimo, quello di Pier Luigi Bersani, che ha dichiarato di non voler partecipare alla riunione. Il …

Blog
Di

Nebbia fitta sul toto-Quirinale

“Il nostro schema è chiaro: aspettiamo una rosa di quattro nomi dal presidente del Consiglio e dal partito di maggioranza”. Così il grillino Roberto Fico, presidente della Commissione di vigilanza sulla Rai, risponde a chi gli domanda cosa ne pensa dell’offerta di Nichi Vendola di fare insieme un nome per il Colle anti-Nazareno. “Certo – aggiunge – se ci fanno il nome di Amato a noi ci viene da ridere. È chiaro che noi vorremmo dei nomi di personalità garanti e superpartes”. Fico, che …

In evidenza
Di

Quirinale. Renzi: vietato fallire o saremo colpevoli

Il dopo Napolitano al centro dei lavori della direzione nazionale del Pd. “Questa prima direzione del 2015 già ci fa capire il grado di rilevanza e importanza che hanno le sfide che ci attendono, sfide legate alle partite nazionali e istituzionali del Paese e del partito, ma anche di natura più ampia”. Con queste parole il premier Matteo Renzi apre i lavori. Il 2015 si annuncia, afferma, come un anno “difficile”, nel quale “dovremo più che mai riflettere sul ruolo dell’Italia nel …

In evidenza
Di

Jobs act, Sacconi: “Se cambia il testo non lo votiamo”

Il termine per l’approvazione del Jobs act a Montecitorio è fissato per il 26 novembre. Intanto scoppia lo scontro in maggioranza sui contenuti della legge. Il capogruppo Maurizio Sacconi dichiara che “se vedessimo un testo diverso da quello che conosciamo ce ne andremmo dalla Commissione e si aprirebbe un bel contenzioso nella maggioranza”. Cuperlo: “Se il testo fosse rimasto quello del Senato io non l’avrei votato”. Damiano conferma: l’emendamento c’è ma nessun maxiemendasento.

In evidenza
Di

Job act. Di Lello: sì, ma non per scardinare l’articolo 18

Il Job act di Matteo Renzi va avanti. La Commissione Lavoro del Senato ha approvato la delega lavoro e il Job act approderà martedì in aula. Il voto favorevole arriva all’indomani della presentazione dell’emendamento che introduce il contratto unico di lavoro a tutele crescenti. L’obiettivo del governo è arrivare a un’approvazione delle legge delega da parte del Parlamento entro la fine di ottobre per poi poter iniziare a scrivere i decreti delegati che dovrebbero completare la riforma…

In evidenza
Di

Il Pil scende ancora, l’Italia è in recessione  

Il Pil del nostro Paese scende dello 0,2% nel secondo trimestre del 2014 dopo la frenata dello 0,1% del primo trimestre e registra su base annua un calo dello 0,3%, il livello più basso degli ultimi 14 anni. Le cifre diffuse questa mattina dall’Istat sono peggiori delle stime degli analisti, che si aspettavano un dato tra il +0,1% e il -0,1%. E in assenza di novità nella seconda parte dell’anno, l’andamento del prodotto interno italiano sarà negativo dello 0,3% nel 2014…