La vie d’Adèle

Spettacolo
Di

Cannes: podio politically uncorrect tra lesbo e politica. Nulla di fatto per Sorrentino e Polansky

Alla fine a vincere, tra le lacrime delle protagoniste e un appello para-politico-libertario del regista, è stato il film più anti-spilberghiano dell’intera rassegna. Ovvero ‘La Vie d’Adele’ di Abdellatif Kechiche che si porta a casa un’anomala Palma d’oro insieme alla due protagoniste (Adele Exarchopoulos e Lea Seydoux) entrambe in lacrime e che nel film vivono la più passionale relazione lesbo. “Ringrazio la bella gioventù di Francia che ho incontrato durante la lavorazione e che mi ha fatto..

Esteri
Di

Parigi, ancora una manifestazione contro le nozze gay. Qualche tafferuglio alla fine del corteo

Una domenica francese, quella di ieri, iniziata a Parigi con una consistente iniziativa di protesta contro i matrimoni fra gay, e conclusasi, a Cannes, con l’assegnazione della Palma d’oro a una pellicola a tematica omosessuale. Il primo evento non rappresenta una novità, ma un’altra manifestazione di dissenso contro la recente legge promulgata dal Parlamento francese che ha approvato le unioni tra persone dello stesso sesso. Il secondo evento, quello della vittoria del film “La vie d’Adèle”…