libano

In evidenza
Di

Ban Ki-moon: “Fondamentale il ruolo dell’Italia”

C’è un grande potenziale nella politica estera italiana, che non si riesce ancora a sfruttare a pieno, e che è allo stesso tempo un grosso rischio: l’Italia, come è noto, è essenziale per le politiche del Mediterraneo, e di conseguenza per quelle, ad oggi particolarmente centrali, del Medio Oriente. In particolare, oggi all’Italia si richiede di assumere un ruolo di primo piano nella risoluzione del disastro libico, che sembra – piuttosto – peggiorare. A questo è servita ieri la visita del …

In evidenza
Di

L’emergenza profughi parte dal Medioriente

L’emergenza profughi soffoca il Medioriente e rischia di diventare una miscela esplosiva per quei Paesi che grazie alla loro, relativa, stabilità politica sono il naturale approdo per i rifugiati per lo più provenienti dall’area siro-irachena conquistata dallesercito dell’Isis. Quanto avviene sulle nostre coste, i 100mila profughii salvati in un anno dall’operazione “Mare nostrum”, l’emergenza dei nostri centri di accoglienza, infatti, sono ben poca cosa se paragonati a quanto è avvenuto …

In evidenza
Di

Renzi a New York: l’Italia può fare di più

New York, 25 settembre – Prima volta in Assemblea Generale per il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, che oggi ha riferito all’interno della 69.ma sessione del Dibattito Generale.

Il Presidente del Consiglio, grande amante delle citazioni, apre il suo discorso con le parole di Dag Hammarskjold, che aveva già citato qualche mese fa, unico Segretario Generale delle Nazioni Unite ad essere stato ucciso durante una missione. Il segretario svedese, ricorda Renzi, ha lasciato in una pagina …

In evidenza
Di

Medioriente, entro il 2015 la Ue riconosca la Palestina

1034 vittime palestinesi, di cui 832 civili, 221 bambini e 6233 feriti. Le vittime israeliane sono, a questa mattina, 56 di cui 3 civili. Numeri drammatici che non necessitano di nessun commento. Oggi altra giornata di scontri scontri, raid e vittime nella Striscia di Gaza. Nelle ultime ore sono stati 20mila gli sfollati. E’ stata colpita la centrale elettrica: circa 1,8 milioni di persone hanno a disposizione in media solo due ore di corrente elettrica. Oggi alla Camera dei Deputati è …

Esteri
Di

Libano. Viaggio tra le mine e l’odore di morte (2)

La mattina, di buon ora, siamo di nuovo in cammino. Un passo per volta. Sempre attenti a dove metto i piedi e sempre a caccia di cluster, le terribili mine antiuomo che in questo sud del mondo sono di casa. Gli israeliani hanno fornito le mappe dei campi minati, la cui posa risale agli anni Ottanta. Ma negli anni, con l’acqua, il fango e i movimenti della terra, le mine si spostano o affiorano. L’attività di sminamento, dunque, non è facile. Un lavoro complesso e lungo, nel quale gli italiani…