referendum

In evidenza
Di

Crimea: Ue e Usa protestano, ma è l’ora della realpolitik

Non sorprende che la votazione svoltasi domenica 16 marzo in Crimea ha dato come risposta un ampio plebiscito di Sì al 96,6% alla domanda che chiedeva ai cittadini se volevano che la penisola facesse parte della federazione russa. Così, sessant’anni dopo esser stata trasferita da Nikita Kruscev all’Ucraina, la Crimea, lunedì, 17 marzo, ha chiesto il suo ritorno sotto l’autorità di Mosca.

La domanda è stata formalmente avanzata dal parlamento di Crimea e venerdì 21 sarà accettata dalla …

In evidenza
Di

Storia della prima Repubblica. Mai una crisi così…

Quando sosteniamo che non esiste un precedente storico analogo a quello che ha determinato la sostituzione di Letta, lo facciamo a ragion veduta. E questo non tanto per accusare Renzi di comportamento illecito. Ci mancherebbe. Dal punto di vista istituzionale resta il presidente della Repubblica titolato al mandato. Ma per amore di verità e per rispondere a chi ha perso la cultura della storia ribadisco che nella cosiddetta prima Repubblica mai si era verificato il caso di un partito che in ….

In evidenza
Di

Referendum: depositate oltre 500 mila firme sul tema della “giustizia giusta”

Probabilmente non sarà nulla di fatto per i sei quesiti sui diritti civili, ma almeno le firme relative alla cosiddetta «giustizia giusta» sono sufficienti. Seppur di poco, essendo 532 mila firme, ma bastano perché i cittadini italiani siano chiamati a votare la prossima primavera. I quesiti che hanno superato il quorum previsto di 500 mila elettori – depositati lunedì mattina in Cassazione – riguardano la responsabilità civile dei magistrati, perché i cittadini possano ottenere dal…

In evidenza
Di

Università, test di ammissione: un referendum per abolirli

In questi giorni, come ogni anno, si parla dei test di ammissione per alcune facoltà a numero chiuso. Nel frattempo in paesi a noi confinanti (ad esempio la Svizzera) si stanno avviando percorsi accademici in facoltà di medicina senza test di ingresso. Innanzi tutto dobbiamo precisare che sono attivi in Italia corsi di laurea a numero chiuso ad accesso programmato a livello nazionale come quelli di Medicina e di Architettura e altri percorsi di laurea a numero chiuso definiti da ogni singo……

Politica
Di

Catalogna per l’indipendenza. “Ma la Lega xenofoba stia lontana da noi”

Ci sono tanti ‘11 settembre’, quello di New York, e quello del ricordo del quarantesimo anniversario della morte del Presidente del Cile Salvador Allende, ma l’11 settembre in Spagna, per la precisione in Catalogna ha un altro significato. La Catalogna festeggia la Diada Nacional ossia la festa del popolo catalano per ricordare l’11 settembre del 1714, quando Barcellona capitolò dopo un lungo assedio delle truppe borboniche e per la città iniziò un periodo di oltre un secolo e mezzo di…

Politica
Di

Psi, giornata di mobilitazione nazionale: raccolta firme a supporto delle proposte di legge sul lavoro e dei referendum

Solo lavoro! Questo il titolo della giornata di mobilitazione nazionale che si svolgerà oggi, con oltre cento stand nelle piazze italiane. In 104 città infatti dirigenti locali e provinciali del Psi, incontreranno i cittadini per illustrare loro le tre proposte di legge sul tema del lavoro, già presentate dal Psi, con la raccolta delle firme e il volantinaggio. Dopo aver depositato le proposte di legge nei due rami parlamentari i socialisti portano dunque le loro battaglie anche nelle piazze…

In evidenza
Di

I Socialisti e i Radicali lanciano la campagna referendaria

Il segretario socialista Riccardo Nencini, insieme con il segretario dei Radicali, Mario Staderini, con il deputato del Psi Marco Di Lello, e al segretario organizzativo del Psi Luigi Incarnato, ha presentato la nascita di un Comitato promotore di 4 proposte. Nella sala stampa della Camera dei Deputati, si è discusso oggi dell’iniziativa referendaria che il Psi e i radicali hanno deciso di intraprendere insieme. Una convergenza che si propone di affermare temi forti di civiltà che non trovano…

Economia
Di

Se la prima proposta politica di Grillo è uscire dall’euro, allora guardiamoci le spalle dalle prossime

Dodici mesi per informare gli italiani e poi il Movimento 5 stelle è pronto a chiedere un referendum sull’Europa e la moneta unica. E’ l’annuncio sciocco e per nulla choc (anche perché è sempre stato tra i suoi must in campagna elettorale) fatto da Grillo ieri. Insomma il leader maximo dei cinque stelle concede agli italiani un anno di tempo per cambiare idea(troppa grazia), per pensare come la pensa lui. C’è da dire che un referendum non è un colpo di Stato, rappresenta uno dei maggiori…