Renato Brunetta

In evidenza
Di

Una coppia irresistibile
all’attacco del Parlamento

Due irresistibili fuoriclasse della politica-spettacolo, Beppe Grillo e Renato Brunetta, oggi gridano in coro lo stesso ritornello: questo Parlamento è pieno di ‘abusivi’, 148 per l’esattezza, quelli in attesa di convalida. E’ delegittimato – dicono – dalla sentenza della Consulta, e dunque sono delegittimati anche tutti gli atti compiuti da quando c’è il porcellum, dall’elezione della stessa Corte Costituzionale al presidente della Repubblica, giù giù fino al dicembre del 2005. Ecco così…

Approfondimento
Di

Birra o cara, quanto mi costi!

Dunque, ricapitoliamo. Entro il 15 ottobre il governo deve finanziare la cancellazione della seconda rata dell’IMU sulla prima casa, altrimenti si paga. E sì perché nel famoso decreto legge del 31 agosto, una furbata di Letta e sbandierato come un successo dai berlusconiani, c’è solo la cancellazione della prima delle due rate, mentre per la seconda tutto è stato rinviato in attesa della ‘copertura’ di 2 miliardi e 400 milioni di euro. E stiamo parlando solo di quest’anno perché dopo dovrebbe en

In evidenza
Di

Imu, Brunetta attacca il ministro Delrio: «Incompetente della materia»

Mentre si avvicina la fine del mese di agosto, entro cui il governo è chiamato a decidere sulla spinosa questione dell’Imu, procede il braccio di ferro tra centrodestra e centrosinistra. Questa volta a sollevare attacchi e polemiche è stato Renato Brunetta che, in un’intervista a “Radio anch’io”, non ha usato mezzi termini per smentire le affermazioni del ministro per gli Affari regionali, Graziano Delrio che ieri si è espresso sul tema, durante l’intervento al meeting di Comunione e…

In primo piano
Di

M5S: IL CAPO COMICO NON RIDE ALLE CRITICHE DI RODOTA’ E SCARICA IL SUO EX CANDIDATO PRESIDENTE

Tanti auguri e arrivederci. Beppe Grillo, dismessi da tempo i panni del comico con essi ha appeso al chiodo anche quel briciolo di ironia e autoironia che lo contraddistingueva. E alle parole dure come pietre del suo ex candidato alla presidenza della Repubblica lo scarica. Stefano Rodotà aveva commentato la disfatta grillina alle recenti amministrative affermando che “gli slogan non bastano più”. Ma Grillo, forse cogliendo la pericolosità del giudizio critico verso la sua linea politica…

In primo piano
Di

PROCESSO MEDIASET: BERLUSCONI CONDANNATO ANCHE IN APPELLO, IL PDL S’INFURIA

Dopo sei ore di camera di consiglio è giunto il verdetto. Una sentenza che conferma la condanna per frode fiscale nei confronti di Silvio Berlusconi, già inflitta in primo grado: quattro anni con l’interdizione, per cinque, dai pubblici uffici e per tre dal dirigere società e contrattare con la pubblica amministrazione. I giudici hanno condannato il Cavaliere anche al pagamento delle spese processuali nell’ambito del procedimento relativo a presunte irregolarità nell’acquisizione dei diritti…

Politica
Di

Le ire del Pdl su Fo. Il Premio Nobel:«Brunetta che giura da ministro? Cerco un seggiolino…»

Bufera su Dario Fo per un’intervista a ‘La Zanzara’ in cui il premio Nobel prende di mira il capogruppo Pdl Renato Brunetta alla Camera per via delle caratteristiche fisiche, oltre quello del Senato, Renato Schifani per via del cognome definito “onomatopeico”, nel senso che c’e’ tutta la “replusione” e il “rifiuto per queste persone al governo”. “Brunetta che giura da ministro? La prima cosa che faccio -ha detto Fo- e’ cercare un seggiolino per poterlo mettere a livello, all’altezza della…

In evidenza
Di

Esodati, spuntano i fondi e la Ragioneria certifica: «Utilizzeremo i risparmi»

Sciolto, dopo una lunga trafila, il nodo degli interventi in favore degli esodati all’interno della Legge di Stabilità. Ieri, infatti, i relatori hanno presentato un nuovo emendamento con una copertura ritenuta adeguata dalla Ragioneria che ha emesso una sorta di “certificazione”. Il nuovo meccanismo messo a punto prevede che vengano utilizzati gli eventuali risparmi dei nove miliardi già stanziati per risolvere il problema degli esodati, con una sorta di “autocopertura”. I risparmi sul fondo…

Economia
Di

Ddl Stabilità, raggiunto l’accordo. Salta il taglio dell’Irpef

Intesa raggiunta tra maggioranza e governo sulla Legge di stabilità. Non ci sarà il tanto proclamato taglio dell’Irpef ma, promette l’esecutivo, con quelle risorse si potranno tagliare il cuneo fiscale e non verrà aumentata l’aliquota Iva che rimane al 10%. È quanto emerge dall’incontro che si è tenuto alla Camera dove il ministro Vittorio Grilli e i relatori del Ddl, Renato Brunetta (Pdl) e Pier Paolo Baretta (Pd), hanno raggiunto un’intesa. Salta dunque la riduzione di un punto dei primi…

1 6 7 8