USA

In evidenza
Di

Crollo Rublo, il prezzo di Ucraina e Crimea

È stato un risveglio da incubo per l’economia russa. Nonostante la Banca Centrale russa ha tentato di salvare la propria valuta portando i tassi di interesse dal 10,5 al 17%. Appena un sussulto e la moneta russa è tornata a precipitare verso nuovi minimi assoluti: 80 rubli per un dollaro, addirittura 100 sull’euro, prima di risalire intorno a quota 90. Dall’inizio del 2014 si è svalutato di più del 50%. Il 1 gennaio 2014 un dollaro Usa valeva 32,66 rubli, oggi 66. Ieri ha perso il 10% …

In evidenza
Di

L’Opec non taglia la produzione, il prezzo crolla ancora

Il tentativo di tagliare la produzione per sostenere i prezzi, e arginare le cadute delle quotazioni, ci sarà stato, ma senza successo: l’Arabia Saudita, che rappresenta il principale produttore di petrolio tra i 12 Stati che compongono l’Opec, il cartello dei Paesi esportatori, aveva già annunciato la sua intenzione di mantenere invariato lo status quo, ossia l’obiettivo di produzione a 30 milioni di barili al giorno. E così è stato deciso durante il vertice di Vienna, in seguito all’intesa …

In evidenza
Di

Is: par condicio tra lavoratori autoctoni e migranti

L’Internazionale socialista ha riunito a Catania il Comitato per le migrazioni il 21 e 22 novembre, su invito del Partito Socialista Italiano. Alla riunione, presieduta dal presidente dei deputati socialisti Marco Di Lello e il segretario generale dell’Internazionale socialista, Luis Ayala, hanno partecipato delegati da partiti socialisti e progressisti di Algeria, Angola, Bulgaria, Grecia, Iraq, Italia, Mali, Marocco, Niger, Messico, Russia, Spagna. E’ inoltre intervenuto come ospite il depu…

In evidenza
Di

Francia in allarme: Isis, più contagioso di Ebola

Come nei migliori thriller così in guerra alla fine si scopre che il nemico è nella tua trincea o è l’ultima persona di cui sospettavi. È quel che è successo alla Francia, che si è scoperta madre patria di tanti giovani convertiti e arruolati dall’esercito del terrore.
Oggi è stato identidicato, un altro cittadino francese tra i jihadisti che hanno preso parte alle decapitazioni di massa filmate in un video del gruppo dello Stato islamico. Si tratta di un 22enne di Villiers-sur-Marne…

In evidenza
Di

Corruzione, ungheresi in piazza contro Orban

Sembrava uno dei Paesi più stabili tra quelli “sorti a Est” in Europa e invece anche l’Ungheria si trova a dover affrontare il malcontento popolare, poche ore fa sono state registrate a Budapest almeno 10.000 persone scese in strada per protestare. Ieri c’è stata la quinta, grande manifestazione contro il governo in Ungheria in appena tre settimane. Il movimento di protesta nato per chiedere l’abolizione della tassa di internet si è trasformato pian, piano in un movimento di critica contro …