mercoledì, 16 Giugno, 2021

“Djelem do mar”, l’ultima puntata di “Assolo”

0

Sabato 8 maggio alle ore 19:30, in diretta streaming sui canali social del Teatro Villa Pamphilj di Roma, per l’ultimo appuntamento di “Assolo” Stefano Saletti incontra Sara Marini e Fabia Salvucci, due tra le più interessanti esponenti della nuova generazione di cantanti della scena popolare italiana.

Nel 2016, Sara e Fabia hanno dato vita al progetto musicale “Djelem do Mar” che fonde il lavoro di ricerca personale di entrambe con le sonorità del Mediterraneo e non solo. Nel loro repertorio si incontrano le tradizioni musicali dai popoli dell’Est Europa, a quelli dell’Europa centrale, fino all’Africa.

 

Oltre a sviluppare progetti solisti, collaborano anche con alcuni degli artisti più importanti del panorama musicale popolare italiano, tra i quali Giovanna Marini, Elena Ledda, Nando Citarella, Ambrogio Sparagna, Tosca Donati e Nicola Piovani.

Sara e Fabia, grazie al loro background musicale comune, alla passione per le sonorità etniche e all’amore per la riscoperta delle musiche tradizionali e dei canti antichi, hanno deciso di condividere lo stesso percorso artistico dando vita a un progetto comune, curando personalmente anche l’arrangiamento e le armonizzazioni vocali.

Cantano in diverse lingue e dialetti, tra cui: yiddish, albanese, rumeno, greco, spagnolo, arabo, portoghese e dialetti italiani dal Nord al Sud. Il loro lavoro si caratterizza dalla rilettura a due voci di un vasto repertorio frutto di attente ricerche, nel rispetto dell’estetica musicale della provenienza di ogni canto ma con lo sguardo rivolto al presente.

 

Nell’ultima puntata di “Assolo”, Sara e Fabia eseguiranno brani contenuti nel disco di prossima uscita “Djelem do Mar”, che vede la collaborazione di tanti artisti del panorama musicale popolare e world.

“Assolo” è una produzione Teatro Villa Pamphilj (direzione artistica di Veronica Olmi) a cura di Stefano Saletti e rientra nel programma Roma Culture. Tutti gli appuntamenti live vengono trasmessi in diretta sulla pagina Facebook e Instagram del Teatro e del Festival Popolare italiano e sono visibili anche sul canale YouTube.

 

Stefano Saletti, ideatore e direttore del “Festival Popolare Italiano” e di “Assolo”, è musicista e compositore e suona strumenti della tradizione musicale mediterranea (bouzuki, oud, saz, mandola). Già fondatore dei Novalia, è il leader della Banda Ikona con la quale ha registrato cinque album cantati in Sabir, l’antica lingua del Mediterraneo. Ha diretto diversi ensemble internazionali: la 7 Sóis Orkestra, Les Voix du 7 Sòis e la Med Arab Jewish 7 Sois Orkestra. Nel 2014 ha dato vita all’ensemble Cafè Loti, insieme a Nando Citarella e Pejman Tadayon con i quali ha registrato i cd “Cafè Loti” e “In Taberna”. Nel 2010 è uscito il cd “Oriental Night Fever” realizzato con il musicista produttore francese Hector Zazou e la cantante Barbara Eramo. Ha scritto numerose colonne sonore per il cinema e il teatro collaborando con Massimo Popolizio, Giancarlo Giannini, Pupi Avati, Pamela Villoresi, Omero Antonutti, Predrag Matvejevic e molti altri. Il penultimo disco della Banda Ikona “Soundcity” è stato finalista al Premio Tenco e al quarto posto della classifica mondiale della World Music. Il 20 marzo 2021 è uscito il suo nuovo cd “Mediterraneo Ostinato”.

 

Redazione Avanti

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply