lunedì, 14 Giugno, 2021

Un grande esempio di maturità civile e sociale

0

La manifestazione organizzata dalla rete Scuola in Presenza alla Casa della Conoscenza di
Casalecchio di Reno domenica scorsa è un grande esempio di maturità civile e sociale. Una
novità perché unisce studenti, genitori e insegnanti in un impegno che getta le basi di una
riforma dell’istruzione al posto di antiche contrapposizioni dove la funzione educativa era
contesa invece che compresa fra scuola e famiglie e subita dai figli. Figli che oggi patiscono,
con le loro famiglie, il sequestro della loro adolescenza ad opera dei lockdown che si sono
succeduti nel corso di un anno dall’inizio della pandemia di Covid. L’Italia è in testa ad alcuni
tristi primati: è il paese della Ue che ha avuto il maggior tempo di chiusura delle scuole,
quello dove è alto l’abbandono scolastico ed anche alta l’incoerenza fra il diploma posseduto e
il lavoro (quando si trova) svolto: troppo per assicurare un futuro degno all’intera comunità.

 

Una collaborazione libera e aperta

Che fare? Proponiamo agli amici di Scuola in Presenza una collaborazione libera e aperta, con
due azioni: segnalare alla nostra presenza parlamentare il fatto ed il problema e provvedere
all’apertura di sportelli dedicati nelle sedi di associazioni e partiti disponibili, per rieducarci
tutti alla politica intesa come servizio alla comunità. Da dove? Per evitare il classico e
consunto “armiamoci e partite” partiamo da noi, mettendoci a disposizione con genitori,
insegnanti e studenti all’ascolto con ciò di cui disponiamo, a partire da un pomeriggio alla
settimana, di mercoledì, nella nostra sede comprensoriale di Via Galilei, 2 a Casalecchio. Per
una scuola che sappia combattere l’indifferenza, l’insensibilità, l’odio o l’ostilità per divenire
maestra di crescita di tutti e di affetuosità dando concretezza alle parole del Ministro Bianchi.

 

Paolo Sartori

p.Sezioni Unite Colli Bolognesi

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply