giovedì, 5 Agosto, 2021

Un libro racconta la Firenze insolita di Oriana Fallaci

0

È uscito “A Firenze con Oriana Fallaci”, il nuovo libro di Riccardo Nencini, edito da Giulio Perrone

Un viaggio dell’anima. L’Oltrarno occupato dai tedeschi e liberato dagli alleati accolti a fucilate dai franchi tiratori fascisti, i ponti avvolti in una nuvola di polvere, in fiamme, i lungarni minati.
E poi, in braccio alla sua bicicletta, le peripezie della staffetta partigiana: Monte Giovi, la torre
dei Mannelli, piazza Pitti. E poi la gente che incrocia calpestando i sanpietrini del quadrilatero
segnato dai romani, i “fiorentinacci” come li apostrofa Montanelli. E poi la bellezza che ti sorprende col naso all’insù dove nessuna guida turistica ti porterebbe per mano. E poi le botteghe
artigiane che adora, le trattorie fuori circuito, gli antiquari.
Alla domanda “Se sono italiana”, Oriana rispondeva con orgoglio: “sono fiorentina”. Attenti
però. La Firenze di Oriana è punteggiata di luoghi insoliti, di storie segrete, di puntate nel
Chianti dove l’autunno si manifesta con una varietà di colori da far invidia al più audace dei
Macchiaioli. È la Firenze popolana che ama, abbasso i bottegai, a morte la rendita.



Riccardo Nencini
è il presidente della commissione cultura e istruzione del Senato della Repubblica. Ha vinto il Premio Selezione Bancarella Sport 1999 con Il giallo e il rosa (Giunti), è stato finalista al Premio Acqui Storia 2010 con L’imperfetto assoluto e al Premio Acqui Ambiente 2019 con La bellezza (Polistampa). Con lo storico Franco Cardini ha scritto Dopo
l’apocalisse (La vela 2020). Ha ideato il Dizionario della libertà.
A Oriana Fallaci, di cui è stato amico, ha dedicato Morirò in piedi (Polistampa 2007) e Il fuoco dentro (Pagliai 2016)

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply