mercoledì, 12 Maggio, 2021

Usa sotto choc: tre vittime e centinaia i feriti per le bombe esplose durante la maratona di Boston

0

Boston-attentato-feritiDue esplosioni in rapida successione al traguardo della corsa hanno seminato sangue e panico alla maratona di Boston, una delle più antiche nel mondo che ieri pomeriggio aveva riunito 23.000 partecipanti e altre migliaia di spettatori. Il presidente Usa, Barack Obama ha invitato gli americani «a restare uniti» e ha promesso che i colpevoli “saranno puniti”. Le bombe artigianali erano state messe dentro alcuni cestini della spazzatura lungo il marciapiede, e poi fatte esplodere con un telecomando a distanza, con un breve intervallo di dodici secondi tra la prima e la seconda esplosione. Le due deflagrazioni hanno provocato tre vittime, tra cui un bambino di otto anni, e centinaia di feriti, circa 144, secondo il bilancio provvisorio. Gli artificieri hanno fatto brillare altri tre ordigni che i responsabili avevano piazzato altrove. Secondo la Cnn, almeno 10 vittime hanno subito l’amputazione di arti, mentre non risultano coinvolti cittadini di nazionalità italiana.

I TALEBANI PAKISTANI NEGANO IL COINVOLGIMENTO NELL’ATTENTATO – «Siamo convinti che si debbano attaccare gli USA e i loro alleati, ma non siamo coinvolti in questo attentato», ha reso noto Ehsanullah Ehsan, portavoce del gruppo terroristico Tehreek-e-Taliban Pakistan. Nel frattempo, secondo quanto riferito alla Cnn dalla polizia locale, gli investigatori sarebbero alla ricerca di un «maschio di pelle scura o nera» con un verosimile accento straniero. L’uomo é stato visto con uno zaino nero e felpa mentre cercava di entrare in un’area riservata, circa cinque minuti prima della prima deflagrazione.

LA CONDANNA DALL’EUROPA – Sul sanguinoso attentato è prontamente giunta la condanna da parte dell’Europa. «Atto riprovevole» l’ha definito l’Alto rappresentante per la politica estera europea, Catherine Ashton; Herman Van Rompuy, presidente del Consiglio europeo ha assicurato che «i responsabili di questo atto atroce ne risponderanno davanti ai giudici». «Il terrorismo non può mai essere giustificato» è stato il commento del presidente del Parlamento europeo Martin Schulz, pur aggiungendo che «al momento non è chiaro chi ha messo e ha fatto esplodere le bombe».

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply