martedì, 19 Ottobre, 2021

VIA VERDE

0

Il Cosniglio dei Ministri ha dato il via libera al decreto legge per il Green Pass, l’ok del Cdm si rende necessario “per fronteggiare l’emergenza da Covid-19 in ambito scolastico, della formazione superiore e socio sanitario – assistenziale”. Il dl estende l’obbligo di Green pass al personale esterno della scuola e dell’università e ai lavoratori delle Rsa.
“Il GreenPass è l’unico strumento che oggi abbiamo per continuare a far crescere la nostra economia. Va esteso a tutti i settori lavorativi e produttivi. Serve agli italiani, alle imprese ed è soprattutto l’unica opportunità per salvaguardare la salute degli italiani. La posizione ambigua della Lega non aiuta nè il Governo nè il Paese ad uscire il prima possibile dalla crisi”. Così in una nota il segretario del Psi, Enzo Maraio.
Anche la Lega voterà il provvedimento nonostante in queste ore sembrava dover convergere con i voti di FdI.
Ad annunciarlo il leghista Claudio Borghi che ha twittato: “Il governo ha appena comunicato in aula l’accoglimento di sei nostri ordini del giorno con impegni importanti. Risorse significative per tamponi a prezzo simbolico per minorenni disabili e fragili. Aumento a 12 mesi validità green pass per guariti senza bisogno di dose. Riconoscimento tamponi salivari rapidi entro 60 giorni. Estensione a 72 ore validità tampone molecolare. Tutela lavoratori in quarantena. Indennizzi per danni da vaccino. Estensione cure con monoclonali estendendo prescrizione a medici di famiglia”.
Il voto finale al provvedimento che converte in legge il decreto 23 luglio 2021, n. 105, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche, dovrebbe avvenire oggi.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply